Sabato, 16 Ottobre 2021
Cronaca Casal di Principe

Piazze di spaccio dei Casalesi, processo alle battute finali

In quindici rischiano la condanna in Appello: chieste pene tra i 16 ed i 4 anni

Volge alle battute finali il processo in Appello alle piazze di spaccio riconducibili al clan dei Casalesi. Nel corso dell'ultima udienza sono proseguite le arringhe dei difensori che completeranno le loro discussioni nell'udienza fissata ad inizio luglio quando è in programma anche la sentenza. 

Il pg nel corso della sua requisitoria aveva chiesto: 16 anni di reclusione per Luigi Alamaro; 15 anni e 8 mesi per Vincenzo Chiarolanza; 9 anni e 4 mesi per Marco De Vivo; 9 anni e 4 mesi per Carmela e Rosa Del Sole; 4 anni per Michele Della Cioppa; 8 anni per Domenico Della Corte; 4 anni per Guido Frascogna; 4 anni per Cristina Gravante; 9 anni e 6 mesi per Rosaria Imbriani ed Addolorata Orefice; 16 anni per Ettore Pacifico; 9 anni e 4 mesi per Giuseppe Pacifico e Domenico Russo; 8 anni per Abdelmonam Baazaoui.

Secondo gli inquirenti, il clan dei Casalesi, attraverso i figli di elementi di spicco della cosca, avrebbe gestito direttamente lo spaccio della droga sul territorio casertano. I pusher del clan vendevano le sostanze stupefacenti anche a Casal di Principe, a San Cipriano d’Aversa, Villa Literno e altri comuni limitrofi. Emersi legami con il gruppo camorristico di via Vanella Grassi, a Secondigliano, dove gli emissari dei Casalesi acquistavano la droga. Nel collegio difensivo sono impegnati gli avvocati Guido Diana, Angelo Raucci, Mirella Baldascino, Paolo Di Furia, Mauro Iodice, Massimiliano Di Fuccia, Raffaele Ambrosca e Nando Letizia. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piazze di spaccio dei Casalesi, processo alle battute finali

CasertaNews è in caricamento