rotate-mobile
Cronaca Ciorlano

Pescatore scomparso, l'amico-sindaco 'consiglia' altre ricerche: "Le speranze si riducono"

Sono ripartite le ricerche nel lago, il primo cittadino di Castelpagano: "Potrebbe essere nella vegetazione"

Sono riprese alle prime luci dell'alba le ricerche di Lucio Grasso, 38 enne pescatore di Castelpagano di cui non si hanno più sue notizie da oltre 52 ore presso il 'Lago dei Cigni' in località Torcino a Ciorlano. Il pescatore sannita risulta disperso da giovedì 20 gennaio quando alle 5 del mattino sulle rive del Lago dei Cigni riapparve il gommone privo del 38 enne.

I due compagni di pesca che si trovavano in compagnia di Lucio Grasso già da lunedì 17 gennaio presso la riserva naturale di pesca sportiva, lanciarono l'allarme. Le ricerche ad opera dei vigili del fuoco del distaccamento di Piedimonte Matese e del nucleo sommozzatori del comando provinciale di Napoli partirono nell'immediato. Nella stessa giornata di giovedì 20 gennaio venne ritrovato il giaccone ed uno scarponcino da trekking dal personale del Lago dei Cigni, riconosciuto dai compagni di pesca di Lucio Grasso e poi consegnati ai carabinieri della compagnia di Piedimonte Matese.

Dall'alba il nucleo di sommozzatori dei caschi rossi partenopei sta scandagliando il lago per gli oltre 15 metri di profondità e 100mila metri quadrati di superficie anche con l'ausilio di un robot. Sul posto è presente l'Unità di Comando Locale dei vigili del fuoco del Capoluogo casertano oltre che il nucleo T. A. S. (Topografia Applicata al Soccorso) dei caschi rossi casertani inviati dalla Prefettura di Caserta. Oltre a scandagliare il lago i soccorritori stanno battendo anche l'impervia vegetazione lungo le rive in alcuni punti però inaccessibile.

Presso l'area di riserva naturale di pesca sportiva era presente il primo cittadino di Castelpagano Giuseppe Bozzuto solidale alla grande angoscia della famiglia di Lucio Grasso che non ha lesinato perplessità in merito alle modalità delle operazioni di ricerca: "Siamo tutti molto provati a Castelpagano. Sono cose che non dovrebbero accadere a nessuno eppure accadono. Io conosco Lucio che è un ragazzo amatissimo e la sua famiglia, persone meravigliose che credo siano le migliori di Castelpagano - ha spiegato il sindaco Bozzuto a CasertaNews -, noi tutti, come cittadini, speriamo anche se le speranze si stanno sempre più riducendo e l'impressione generale che ho avuto trovandomi lì sul posto è che le cose vadano abbastanza a rilento anche le ricerche. I soccorritori si sono concentrati nel lago ma occorrerebbe concentrarsi anche nella macchia di vegetazione adiacente al lago anche se in alcuni punti è inaccessibile. E se Lucio fosse lì nascosto tra la vegetazione? Non si può escludere nulla".

Perplessità del primo cittadino di Castelpagano sulle modalità di ricerca che celano una grande angoscia oltre che il desiderio di celerità anche di una triste scoperta: "Mi auguro che le cose indipendentemente dalla direzione che dovranno prendere si possano risolvere abbastanza in fretta - ha spiegato il sindaco Bozzuto - è terribile vedere la famiglia già provata da altre triste vicende lì sul posto sempre in attesa di una buona notizia e vedere nei loro occhi che la speranza di rivedere Lucio scompare con il passare delle ore".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pescatore scomparso, l'amico-sindaco 'consiglia' altre ricerche: "Le speranze si riducono"

CasertaNews è in caricamento