Giovedì, 23 Settembre 2021
Cronaca Lusciano

Permessi 'illegittimi', assolti vigile urbano e tecnico del Comune

I giudici dichiarano la prescrizione per altri 8 imputati coinvolti nell'inchiesta

Assolti anche i due che avevano rinunciato alla prescrizione. Si è concluso così il processo a carico di 10 persone, tra dipendenti comunali di Lusciano e privati, coinvolte in un'inchiesta della Procura sui permessi a costuire autorizzati sulla scorta di una delibera ritenuta 'illegittima'.

Il collegio presieduto dal giudice Roberto Donatiello, del tribunale di Santa Maria Capua Vetere, ha assolto Mauro Ferrara, tenente della polizia municipale, e Francesco Mottola, tecnico comunale, che avevano rinunciato a beneficiare della prescrizione dei reati. Sentenza di non luogo a procedere per intervenuta prescrizione per Alessandro Orabona, Lucio Orabona, Nicolina Orabona, Antonietta Coscione, Angelo Oliviero, Teresa Frattolillo, Santo Della Volpe e Gennaro Pitocchi. Questo il verdetto dei giudici. 

I fatti, di cui alla contestazione, si sono verificati a Lusciano fino al 2010. In pratica, i tecnici del Comune avrebbero concesso ad alcuni privati autorizzazioni edilizie sulla scorta di una delibera comunale che ad avviso del consulente nominato dalla Procura non era operativa in quanto non ratificata dal Consiglio e non inoltrata alla Regione. Per questo erano stati accusati, tra l'altro, anche di abuso d'ufficio e falso oltre che per reati in materia edilizia. Un'accusa che è stata completamente smontata dai difensori fino alla sentenza favorevole per gli imputati. Nel collegio difensivo sono stati impegnati, tra gli altri, gli avvocati Andrea Piccolo, Renato Jappelli, Maurizio Abate, Antonio Gravante e Gabriele Amodio.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Permessi 'illegittimi', assolti vigile urbano e tecnico del Comune

CasertaNews è in caricamento