rotate-mobile
Mercoledì, 19 Giugno 2024
Cronaca Casapesenna

Vivandiere di Zagaria "irreperibile": salta la testimonianza sulla pen drive scomparsa dal covo

La Dda rinuncia a sentire Inquieto nel processo al poliziotto Vesevo: "E' scappato in Romania"

Vincenzo Inquieto, il vivandiere del boss Michele Zagaria che venne arrestato nel dicembre del 2011 proprio nella casa di Inquieto in via Mascagni a Casapesenna, si è reso irreperibile. Secondo le informazioni apprese dalla Dda Inquieto si sarebbe trasferito in Romania, dove suo fratello Nicola ha realizzato un vero e proprio impero immobiliare, secondo l'Antimafia con i soldi del boss dei Casalesi (è stato condannato in Appello a 14 anni).

La circostanza è emersa nel corso del processo a carico di Oscar Vesevo, il poliziotto accusato di aver portato via dal covo una pen drive subito dopo l’arresto del boss. Il pm della Dda Maurizio Giordano ha annunciato la sua volontà di rinunciare alla testimonianza del vivandiere di Zagaria, richiesta a cui si è opposto il difensore di Vesevo, l'avvocato Giovanni Cantelli. Il tribunale non ha potuto far altro in questa fase che prendere atto della decisione del pm. Solo quando finirà l’istruttoria dibattimentale, il tribunale potrà disporre l’esame di Inquieto, qualora lo riterrà indispensabile per arrivare alla sentenza. 

Si torna in aula a marzo, quando saranno ascoltati i funzionari della Polizia di Stato Angelo Morabito e Andrea Curtale, che all’epoca dell’arresto di Zagaria ricoprivano rispettivamente i ruoli di capi delle Squadre Mobili di Caserta e Napoli. Nel processo è stata già sentita un anno fa la moglie di Vincenzo Inquieto, Rosaria Massa. La donna riferì che il giorno della cattura di Zagaria vide Vesevo, allora alla Mobile partenopea, che prendeva la pen drive incastonata in un ciondolo a forma di cuore della Swarovski, ma aggiunse che la stessa non era del boss ma di proprietà della figlia e che all’interno vi erano solo foto e documenti; sottolineò inoltre come Michele Zagaria non fosse molto pratico nell’utilizzo dei supporti informatici. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vivandiere di Zagaria "irreperibile": salta la testimonianza sulla pen drive scomparsa dal covo

CasertaNews è in caricamento