Arriva in ospedale insanguinato ed aggredisce medici ed infermieri | FOTO

Il 45enne protagonista di una lite in stazione. Poi ha minacciato il personale: carabinieri al Pronto soccorso per identificarlo

I carabinieri in ospedale mentre identificano l'uomo

Prima la rissa alla stazione ferroviaria, poi il caos al Pronto soccorso dell’azienda ospedaliera Sant’Anna e San Sebastiano di Caserta. Scene di “ordinaria follia” nella struttura sanitaria del Capoluogo dove, purtroppo, già in altre occasioni ci sono stati episodi di cronaca che hanno visto protagonisti, loro malgrado, medici ed infermieri che vi lavorano. Ed anche oggi pomeriggio si è rischiato grosso quando è arrivato un uomo italo-brasiliano di 45 anni, residente nell’agro aversano, completamente insanguinato dopo essere rimasto ferito durante una lite alla stazione ferroviaria di Caserta. L’uomo voleva essere visitato immediatamente ed ha dato in escandescenza, riversando la propria rabbia contro tutto quello che incontrava ed aggredendo (fortunatamente, solo verbalmente) medici ed infermieri che cercavano di frenarlo. Preoccupato dall’escalation di aggressività, sono stati allertati i carabinieri: dopo pochi minuti sono giunte sul posto due gazzelle della compagnia di Caserta che hanno provveduto ad identificare il 45enne, senza però procedere oltre. Una volta placato, l’uomo è stato medicato con dei punti di sutura alla mano e lasciato libero di allontanarsi dall’ospedale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il terno al Lotto per l'addio a Maradona

  • Lotta ai furbetti senza assicurazione e collaudo, ecco 4 telecamere | FOTO

  • Va in ospedale per una colica renale ma finisce in tragedia: muore 40enne

  • La Campania può diventare 'zona arancione' nelle prossime 48 ore

  • Vinti 14mila euro nel casertano: centrato un terno al Lotto

  • Scoperti i furbetti del cartellino all’Asl, sospesi 13 dipendenti

Torna su
CasertaNews è in caricamento