Pasticceria fa ricorso contro l'ordinanza di demolizione del Comune

L'attività commerciale finita nei guai a causa di un laboratorio costruito abusivamente

Il titolare della pasticceria continua il 'braccio di ferro' contro il Comune

Procede a colpi di ricorsi la vicenda che vede come protagonisti da una parte il Comune di Aversa e dall’altra la nota pasticceria sita in via Dell’Olmo finita nei guai, ricordiamo, a causa di un laboratorio ‘fuori regola’ costruito al posto di 7 box auto.

Dopo l’ordinanza di demolizione firmata dal dirigente del Comune Raffaele Serpico nel mese di dicembre 2019, che avrebbe visto il proprietario della pasticceria costretto ad abbattere entro 3 mesi l’opera abusiva, il ‘braccio di ferro’ tra l’Ente e l’esercizio commerciale non si è ancora concluso. Infatti il signor A.P., in qualità di rappresentante legale della pasticceria aversana, ha presentato ricorso innanzi al Tribunale Amministrativo della Campania contro l’ordinanza di demolizione del Comune.

La ‘patata bollente’ ora dunque passa nelle mani dei giudici del Tar Campania che decideranno se il Comune ha ragione o meno sulla vicenda. E a tal proposito è stato conferito mandato difensivo all’avvocato Giuseppe Nerone che dovrà tutelare gli interessi dell’Ente guidato dal sindaco Alfonso Golia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il terno al Lotto per l'addio a Maradona

  • Va in ospedale per una colica renale ma finisce in tragedia: muore 40enne

  • Lotta ai furbetti senza assicurazione e collaudo, ecco 4 telecamere | FOTO

  • Scoperti i furbetti del cartellino all’Asl, sospesi 13 dipendenti

  • Imprenditore casertano ubriaco alla guida uccide 37enne

  • La confessione del magistrato: "Volevo arrestare Maradona per un traffico di droga tra Caserta e Napoli"

Torna su
CasertaNews è in caricamento