rotate-mobile
Cronaca Orta di Atella

Parco abusivo sotto sequestro, nuova speranza per i proprietari

La Provincia ha nominato un commissario per la risoluzione della questione

Si vede una luce in fondo al tunnel. Con la nomina, da parte della Provincia di Caserta, di un commissario ad acta per la risoluzione della questione legata al 'Parco Arcobaleno' di Orta di Atella, il Comitato civico atellano vede un minimo di speranza per il futuro. Lo scorso 13 novembre infatti è stato riconosciuto alla Immobiliare Aprovitola Spa che venga effettuata la valutazione del Piano Urbanistico Attuativo dopo una sentenza del Tar e dal Comitato, presieduto da Luigi Grimaldi, fanno sapere che "siamo in attesa che il commissario chiami le parti in causa perché riteniamo ci siano le condizioni per risolvere la situazione mediante l'applicazione delle leggi vigenti. Siamo forse una delle poche realtà che vantano i requisiti per ottenere la legittimità degli appartamenti".

Il Comitato civico, composto anche dal vicepresidente Roberto Di Bello e dai soci Antonio Capasso, Antonio Pascarella, Rocco Vergara, Ferdinando Vitale, Giuseppe Cerritto, Vito Cinque e Ciro Zambello, chiede che "vengano intraprese tutte le azioni necessarie affinché si possano tutelare e legittimare gli appartamenti sequestrati lo scorso 29 maggio 2013. Purtroppo però fino ad oggi non c'è mai stato dialogo costruttivo con le amministrazioni".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parco abusivo sotto sequestro, nuova speranza per i proprietari

CasertaNews è in caricamento