Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Cronaca Cellole

Pallavoliste riprese negli spogliatoi, coach 'salvato' dalla prescrizione

Il giudice ha prosciolto il 44enne anche dall'accusa di stalking nei confronti di una collega di lavoro mentre lo ha condannato a 1 anno per quello nei confronti del marito della donna

Condannato a 1 anno, con pena sospesa, solo per lo stalking nei confronti del marito di una collega di lavoro. È stata questa la pronuncia del Giudice Monocratico Francesca Auriemma del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere nei confronti di F. F., 44enne di Cellole, accusato di stalking ed interferenza illecita nella vita privata altrui ai danni di una coppia di Francolise e di 7 giovani pallavoliste 'spiate' negli spogliatoi.

F. F., infermiere ed allenatore di una squadra di volley del territorio aurunco, difeso dall'avvocato Lorenzo Montecuollo, subì una denuncia nel 2014 per atti persecutori da parte di una collega con la quale intratteneva una relazione clandestina (reato dal quale è stato assolto perché il fatto non sussiste). La donna riferì ai magistrati che l'infermiere avrebbe ripreso a sua insaputa le loro performance erotiche con la minaccia di recapitare il 'materiale' al marito ignaro della tresca. Gli investigatori a seguito di perquisizioni presso il domicilio dell'imputato trovarono non solo i video hot degli incontri clandestini tra i due colleghi ma anche dei supporti magnetici contenenti immagini girate nello spogliatoio delle pallavoliste con i frame di cambi d'abito e docce.

Ben sette furono le giovani vittime che si costituirono parte civile rappresentate dagli avvocati Alfieri, Gallo e Razzino nel procedimento a carico del loro allenatore. Secondo la versione dell'imputato quelle telecamere nascoste servivano a registrare le partite in modo da studiare gli eventuali punti deboli degli avversari e solo inavvertitamente finirono negli spogliatoi delle giocatrici di pallavolo. Il reato è stato dichiarato prescritto. 

All'esito di una fumosa istruttoria dibattimentale, la difesa di F. F. è riuscita a dimostrare l'estraneità parziale dell'imputato ai fatti contestatigli grazie anche alla cospicua produzione documentale e testimoniale di segno opposto a quanto dichiarato dalle 'vittime'. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pallavoliste riprese negli spogliatoi, coach 'salvato' dalla prescrizione

CasertaNews è in caricamento