rotate-mobile
Lunedì, 15 Aprile 2024
Cronaca Sparanise

Palazzo crollato, il giallo della canna fumaria del vicino

Il consulente della difesa evidenzia la presenza dell'incavo non segnalato nelle planimetrie

Colpo di scena nel processo per il crollo di un palazzo a Sparanise avvenuto nell'estate del 2014. Il consulente tecnico della difesa ha evidenziato la presenza di una canna fumaria presente a confine con un altro edificio non segnalata nelle planimetrie. Proprio l'incavo della canna fumaria, nelle pertinenze della proprietà attigua, avrebbe provocato il crollo dello stabile.

È quanto accaduto nel corso del processo nel quale sono imputati i proprietari, il direttore dei lavori ed il titolare dell'impresa di costruzione che si stava occupando della demolizione dell'immobile. Si torna in aula a fine gennaio.

I fatti di cui al processo si sono verificati nell'agosto del 2014 tra via del Popolo e corso Matteotti a Sparanise. Un edificio, su cui erano in corso operazioni di messa in sicurezza, crollò in strada, travolgendo un'autovettura e ferendo un automobilista di passaggio. Nel collegio difensivo sono impegnati gli avvocati Salvatore Piccolo, Carlo De Stavola e Mazzuoccolo. L'automobilista ferito si è costituito parte civile con l'avvocato Dario Mancino.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Palazzo crollato, il giallo della canna fumaria del vicino

CasertaNews è in caricamento