Sabato, 24 Luglio 2021
Cronaca

Le palazzine dell'illegalità: scattano i sequestri | LE FOTO

Discarica, deposito di "pezzi" rubati ed officina abusiva. Le case occupate da immigrati

Una discarica abusiva, un deposito di materiale eterogeneo provento di furto, un'officina abusiva con relative vetture da rimettere 'a nuovo'. È quanto scoperto dagli agenti della polizia municipale di Castel Volturno nell'operazione congiunta con i carabinieri della locale stazione, che ha portato alla scoperta di due immobili in via Po località Destra Volturno in cui si celavano non poche illiceità.

Due immobili distanti l'uno dall'altro circa 500 metri appartenenti a due proprietari diversi ed occupati abusivamente da un manipolo di immigrati africani. In una delle due abitazioni veniva esercitata l'attività in maniera illecita di autocarrozzeria. All'interno dell'abitazione erano presenti circa sei veicoli alcuni da riparare altri sventrati ed utilizzati per il rimontaggio delle parti meccaniche mancanti o difettose.

All'interno dell'altro immobile era stato predisposto un deposito dove contenere la merce provento di furti. Giacevano accatastati in un cumulo polveroso piastrelle, componenti sanitari, piccoli mobili, biciclette, un motorino nonché piccoli attrezzi da cucina, forni, frullatori, tv, carcasse di computer e pc. Poco distante, ciò che non poteva essere riutilizzato o piazzato veniva gettato in un cumulo informe di apparecchiature elettroniche, mobili, scarti di veicoli, taniche vuote ed immondizia, di ogni tipo.

Circa 10 persone erano presenti al momento del blitz delle forze dell'ordine. Gran parte degli immigrati colti nell'esercizio della 'loro attività' erano irregolari e per loro è scattato il foglio di via obbligatorio. I reati contestati agli 'occupanti' vanno dall'occupazione abusiva allo stoccaggio illecito di rifiuti, dalla ricettazione alla contestazione di esercizio abusivivo di autocarrozzeria.

I veicoli rinvenuti negli immobili sono stati sottoposti a sequestro. Gli edifici sono stati sgomberati ed interdetti mediante elettrosaldatura per evitare che venissero rioccupati in attesa della riconsegna ai legittimi proprietari. Si tratta di residenze estive di due cittadini napoletani informati dalle forze dell'ordine della nuova destinazione assunta dai loro immobili che hanno sporto denuncia contro gli abusivi occupanti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le palazzine dell'illegalità: scattano i sequestri | LE FOTO

CasertaNews è in caricamento