rotate-mobile
Giovedì, 9 Dicembre 2021
Cronaca Capua

Otto tonnellate di hashish nel capannone: condannata una coppia

I giudici d'Appello hanno inflitto 3 anni all'uomo e 2 alla donna. La droga veniva dalla Spagna

Tre anni per A.P., 48 anni napoletano, e 2 anni per sua moglie G.A., 47 anni di Capua. Questa la decisione della Corte d'Appello di Napoli nei confronti della coppia accusata di aver detenuto 8 tonnellate di hashish in un capannone.

All'interno del loro capannone in via Santa Maria a Pianto, nei pressi del cimitero a Napoli, nell'aprile del 2018 gli uomini delle fiamme gialle sequestrarono ben 8 tonnellate di hashish, contenuti in 24 cassette, migliaia di panetti, da un chilo ciascuno, corrispondenti a ben 8 milioni di dosi. La droga avrebbe fruttato alle piazze di spaccio circa 80 milioni di euro. Il titolare dell'impresa di trasporti di frutta e altro materiale, insieme alla compagna intestataria della società, avrebbero gestito l'ingrosso napoletano.

La droga proveniente dal Marocco, dopo essere giunta in Spagna veniva trasportata in Italia fino a Napoli a bordo di tir. Per evitare che i cani antidroga l'individuassero, la sostanza stupefacente era stata chiusa in sacchi di juta plastificati. I

giudici, riferisce Cronache di Caserta, hanno disposto anche la scarcerazione per la donna.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Otto tonnellate di hashish nel capannone: condannata una coppia

CasertaNews è in caricamento