rotate-mobile
Martedì, 18 Giugno 2024
Cronaca Macerata Campania

Comune ordina la demolizione della casa ma viene 'bacchettato' dal giudice

Firmata dal Tar della Campania la sospensione del provvedimento, si torna in aula a dicembre

Il Tribunale Amministrativo Regionale della Campania ha firmato la sentenza riguardo a un controverso caso di demolizione di un manufatto nel comune di Macerata Campania. Due persone hanno presentato un'istanza cautelare contro l'ordine di demolizione emesso dal Comune, e il Tar ha accolto entrambe le richieste, sospeso l'efficacia del provvedimento e fissato un'udienza di merito per il 5 dicembre.

L'ordinanza di demolizione era stata notificata sia agli ex proprietari che al conduttore dell'area. Tuttavia, gli ex proprietari hanno impugnato l'ordinanza per difetto di legittimazione passiva, poiché le opere contestate erano passate di proprietà al Comune nel 2013, senza che fosse stata corrisposta loro alcuna indennità per l'esproprio. L'avvocato Brigida Marra, che li rappresenta, ha dichiarato che oltre alla ingiustizia di ricevere l'ordine di demolizione dopo tredici anni, si minacciava loro l'esecuzione entro 90 giorni.

Anche il conduttore ha contestato l'ordinanza, sostenendo di essere stato immesso nelle opere già esistenti all'atto dell'occupazione. Nonostante la sua disponibilità nel corso degli anni, il Comune ha emesso un'ordinanza di sgombero nei suoi confronti, anch'essa impugnata davanti al Tribunale di Santa Maria Capua Vetere.

Il Tar ha confermato il difetto di legittimazione passiva degli ex proprietari e ha riconosciuto il danno subito da loro a causa dell'esproprio avvenuto senza alcun pagamento. Per quanto riguarda il conduttore, il Tribunale ha stabilito la sua non responsabilità, poiché le opere erano già esistenti nel 2013, come confermato da un verbale redatto dal Comune stesso.

Gli avvocati Brigida Marra e Maddalena Faraone, che rappresentano le parti coinvolte, hanno espresso soddisfazione per la decisione del Tar, sottolineando l'importanza di rappresentare le ragioni dei propri clienti anche quando queste non sono ritenute condivisibili dalla pubblica amministrazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Comune ordina la demolizione della casa ma viene 'bacchettato' dal giudice

CasertaNews è in caricamento