rotate-mobile
Lunedì, 17 Gennaio 2022
Cronaca Orta di Atella

Blitz della Finanza, scoperto calzaturificio abusivo: scatta la chiusura

Il Comune emette l'ordinanza di chiusura, 43enne nei guai

I Finanzieri del nucleo operativo di Aversa scoprono un opificio abusivo e il Comune ordina la chiusura. E' quanto accaduto a Orta di Atella, dove il responsabile comunale del Suap (Sportello unico per le attività produttive), Maria Luisa Staiano, ha ordinato a Giovanna M., 43enne di Napoli, rappresentante legale della società titolare dell'opificio abusivo, di cessare immediatamente la proprià attività. 

Nelle scorse settimane, infatti, ci sono stati dei controlli in via Bugnano, dove sorge l'opificio e gli uomini della Guardia di finanza hanno verificato che la 43enne esercitava l'attività di commercio all'ingrosso di calzature e accessori senza aver inviato alcuna comunicazione di avvio attività al Suap del Comune. Beccati all'interno dell'opificio abusivo anche 13 lavoratori.

Ed è così che è scattata l'ordinanza di chiusura ad horas dell'attività. Il provvedimento è stato trasmesso anche alla polizia municipale che dovrà farlo osservare. Tuttavia la 43enne partenopea, responsabile dell'illecito amministrativo, potrà fare ricorso al Tar della Campania entro 60 giorni dalla notifica dell'ordinanza oppure entro 120 giorni dinanzi al Presidente della Repubblica.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Blitz della Finanza, scoperto calzaturificio abusivo: scatta la chiusura

CasertaNews è in caricamento