rotate-mobile
Domenica, 14 Aprile 2024
Cronaca Aversa

Pazienti maltrattati e “sequestrati” all’Opg: chieste 16 condanne

Il pm ha invocato 2 anni e 2 mesi per ciascuno degli imputati. Il processo dopo l'interrogazione del senatore

E’ terminata pochi minuti fa la requisitoria del pubblico ministero, dinanzi al giudice Orazio Rossi del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere, a carico di 16 imputati, tra medici psichiatri e medici di guardia dell’Ospedale Psichiatrico Giudiziario (OPG) di Aversa. Per tutti, senza alcuna distinzione, il pm Ida Capone, ha avanzato la stessa richiesta di condanna: 2 anni e 2 mesi di carcere ciascuno, senza la sospensione condizionale della pena. 

Tra i medici coinvolti nel processo c'è l’ex Direttore Sanitario Adolfo Ferraro, difeso dall’avvocato Domenico CiruzziCristofaro Diana ( difeso dall’avvocato Salvatore Vitiello ) e Francesco Pisauro (difeso dagli avvocati Raffaele e Gaetano Crisileo). Sono inoltre alla sbarra i medici Nugnes, Borrelli, Andriani, Iaccarino, Principe, Pommella, Signoriello, Vassallo, Di Tommaso, Ruocco, Petrosino, Cristiano, Zagaria, Cappiello. Sono accusati tutti dei reati di maltrattamenti e di sequestro di persona ai danni di 27 ex internati nella struttura.

I fatti contestati risalgono al periodo 2006-2011. Secondo il  Pubblico Ministero le vittime, alcune delle quali si sono costituite parte civile, sarebbero state costrette a restare a letto per un periodo superiore a quello consentito e qualcuno sarebbe addirittura rimasto fermo nel letto per diversi giorni senza che nessuno si prendesse cura di loro.

La richiesta di condanna è stata basata su testimonianze acquisite, su consulenze tecniche e prove documentali e partì da un'interrogazione parlamentare del senatore Ignazio Marino cui seguì un'ispezione ministeriale e poi un'inchiesta giudiziaria.  L’Opg di Aversa, come gli altri manicomi giudiziari non è più operativo da oltre tre anni e con la legge dello Stato le sue competenze sono state trasferite alle Residenze per le Misure di Sicurezza (Rems) della Regione Campania.

Ai primi di gennaio del prossimo anno cominceranno le arringhe degli avvocati difensori. Nel collegio difensivo sono impegnati anche gli avvocati Luigi Ciocio e Alessandro Motta.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pazienti maltrattati e “sequestrati” all’Opg: chieste 16 condanne

CasertaNews è in caricamento