Strage familiare, comunità sotto shock. Il sindaco annuncia il “lutto cittadino”

Ansia per le condizioni dei genitori delle vittime. Cantelmo: “Assurdo che dobbiamo piacente ancora vittime innocenti”

Antonella Laurenza

Vairano è frastornata. La strage familiare di giovedì pomeriggio col maresciallo della Guardia di Finanza Marcello De Prata (52 anni) che ha ucciso la moglie, Antonella Laurenza (45) e la cognata Rosanna Laurenza (43) ha gettato nello sconforto un’intera comunità, che resta in apprensione per le condizioni dei genitori delle vittime, anche loro feriti nell’agguato nella cartolibreria di famiglia in via Roma.

IL FINANZIERE SI UCCIDE DOPO L'AGGUATO

“E’ una giornata tristissima per la nostra comunità - ha dichiarato il sindaco di Vairano Bartolomeo Cantelmo - non ci sono parole per descrivere una tragedia così dolorosa che ha colpito la famiglia Laurenza, siamo tutti sgomenti per la assurda perdita di Antonella e della sorella Rosanna vittime di un gesto folle. Siamo vicini a Mario e Assunta, genitori delle due giovani vittime che sono in ospedale per interventi urgenti, nonché ai figli e ai familiari tutti.  Purtroppo è assurdo che nel 2018 dobbiamo ancora piangere donne vittime innocenti di folli gesti. D'accordo con l'amministrazione comunale sarà proclamato il lutto cittadino il giorno dei funerali”.

Potrebbe interessarti

  • Un casertano ai mondiali dei parrucchieri a Parigi

  • Frutti rossi ed anguria per combattere le gambe gonfie e pesanti

  • Trucco illuminante: ecco la nuova tecnica e come applicarla

  • Menopausa: ecco i consigli per viverla con serenità

I più letti della settimana

  • Pentiti ed arresti non hanno scalfito i Casalesi. Ecco la nuova mappa dei clan nel casertano I FOTO

  • Colpo da 'Zara', fermata dai carabinieri con mille euro in vestiti

  • Lutto a Caserta, muore avvocato

  • TERREMOTO Trema la terra nel casertano

  • Trovato morto dalla moglie sotto il porticato di casa

  • Camion 'casertano' si schianta in autostrada e perde il carico | LE FOTO

Torna su
CasertaNews è in caricamento