Mercoledì, 12 Maggio 2021
Cronaca

Omicidio Tondi, salta l'udienza e cresce l'attesa per la perizia decisiva sull'orario della morte

Il perito incaricato dalla Corte non si è presentato perché impegnato in un altro processo

Katia Tondi è stata uccisa nel suo appartamento 6 anni fa

Salta l'udienza e sale l'attesa per la testimonianza del perito indicato dalla Corte di Assise del tribunale di Santa Maria Capua Vetere (presiedente Giovanna Napoletano) che dovrà fare luce sull'orario della morte di Katia Tondi, la mamma 31enne uccisa nel luglio 2013 nell'appartamento al Parco Laurus a San Tammaro e per il cui omicidio è oggi sotto processo il marito Emilio Lavoretano, ex meccanico di Santa Maria Capua Vetere.

Il dottore Pietro Tarsitano, infatti, ha comunicato oralmente al pubbico ministero Domenico Musto di non poter partecipare all'udienza in quanto impegnato in un altro processo nella giornata di martedì a Padova. Un'assenza che non era stata comunicata per iscritto (come solitamente avviene in questi casi), tant'è che il consulente della difesa, il professore Vittorio Fineschi, era giunto questa mattina in tribunale a Santa Maria Capua Vetere da Siena per essere stato ascoltato.

La perizia dell'esperto incarico dalla Corte appare davvero fondamentale per le sorti del processo, visto che tutta la partita si gioca sull'orario della morte di Katia Tondi e sulla possibile (o meno) presenza in casa del marito.

Un nodo che non è stato ancora definitivamente chiarito a causa di alcuni dubbi, sollevati soprattutto dall'avvocato Natalina Mastellone per conto di Emilio Lavoretano, relativamente a come furono effettuati i rilievi sul cadavere il giorno della morte. Nel corso della prossima udienza, fissata a novembre, potrebbe essere ascoltato nuovamente anche il consulente della Procura, il dottor Maurizio Saliva.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio Tondi, salta l'udienza e cresce l'attesa per la perizia decisiva sull'orario della morte

CasertaNews è in caricamento