rotate-mobile
Martedì, 18 Giugno 2024
Cronaca Casal di Principe

Ucciso a 17 anni, il killer confessa: "Chiedo scusa alla famiglia di Giuseppe"

L'interrogatorio di garanzia in carcere dinanzi al gip Giuliano. Il legale del 20enne: "E' molto provato psicologicamente"

Il killer 20enne ha chiesto scusa alla famiglia di Giuseppe Turco, 17enne di Villa Literno, ucciso con otto coltellate in piazza Villa a Casal di Principe giovedì sera al termine di una lite scatenata da una ragazza contesa.

Lo rende noto l'avvocato Mirella Baldascino, legale del giovane marocchino - che fa l'idraulico e vive con la madre a Casal di Principe - accusato del delitto a margine dell'interrogatorio di garanzia svolto al carcere di Santa Maria Capua Vetere, dove il ragazzo è detenuto, dinanzi al gip Ilaria Giuliano del tribunale di Napoli Nord. 

Nel corso dell'interrogatorio di garanzia Anass ha risposto alle domande del magistrato ed ammesso i fatti di cui è accusato. "E' molto provato psicologicamente - fa sapere l'avvocato Baldascino - E' pentito di quanto accaduto ed ha chiesto scusa alla famiglia del ragazzo deceduto". Il giudice ancora non ha depositato l'ordinanza riguardante la convalida del fermo disposto dalla procura. 

Secondo quanto ricostruito dai carabinieri, il movente del delitto sarebbe una ragazza contesa che avrebbe avuto una relazione con Giuseppe e che stava frequentando il 20enne, che sospettava che i due si sentissero ancora. All'arrivo della ragazza all'esterno di un bar è scoppiata la lite. Anass ha estratto il coltello e colpito Giuseppe almeno otto volte lasciandolo a terra nei pressi di una panchina. Il ragazzo è poi morto al Pineta Grande. 

Il 20enne era poi scappato venendo rintracciato nelle ore successive a casa dai carabinieri che, nel corso di una perquisizione, avrebbero anche rinvenuto gli abiti sporchi di sangue (ma non l'arma del delitto). Condotto in caserma, dinanzi al pm Francesco Cirillo, il 20enne ha confessato. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ucciso a 17 anni, il killer confessa: "Chiedo scusa alla famiglia di Giuseppe"

CasertaNews è in caricamento