Sabato, 16 Ottobre 2021
Cronaca Casapulla

L'omicidio di Romeo, disposta nuova perizia. Altri indagati per la rissa finita nel sangue

Nominata consulente per test tossicologici su vittima ed altri ragazzi coinvolti: si indaga su alcol e droghe assunte prima della lite

La Procura del tribunale dei Minorenni del tribunale di Roma nomina un nuovo consulente per l'omicidio di Romeo Bondanese, il 17enne ucciso da una coltellata a Formia la sera del martedì Grasso. 

La Procura intende far chiarezza sulla follia del martedì di Carnevale a 360 gradi, indagando anche sulla possibilità che i ragazzi che hanno partecipato alla lite sfociata in tragedia abbiano assunto alcol o stupefacenti. Per questo è stato conferito incarico alla tossicologa del Gemelli Sabina Strano Rossi che dovrà effettuare test tossicologici sia sugli indagati, anche quelli a piede libero, sia su alcuni reperti biologici prelevati nel corso dell'autopsia su Romeo Bondanese. 

Intanto, già a margine dell'udienza di convalida, il gip Falzone ha modificato l'imputazione per Camillo B., il 16enne di Casapulla accusato del delitto, contestando l'omicidio preterintenzionale e la rissa in concorso. E proprio sui partecipanti alla rissa che il pm titolare delle indagini Maria Perna ha acceso i riflettori proprio sulla rissa, notificando un avviso di garanzia sia al cugino della vittima, O.V., rimasto ferito anche lui e dimesso dall'ospedale, sia nei confronti di almeno un altro paio di ragazzi della comitiva casertana di cui faceva parte Camillo, finito agli arresti domiciliari ed assistito dagli avvocati Luigi Tecchia e Mariano Di Monaco. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'omicidio di Romeo, disposta nuova perizia. Altri indagati per la rissa finita nel sangue

CasertaNews è in caricamento