Rapinatore ucciso: perizia bis per fissare il decesso

Manca un pezzo nella ricostruzione degli inquirenti: i giudici nominano un nuovo consulente

Via Campanello a Teverola

Un nuovo perito per fissare con precisione il momento del decesso di Aurel Xhili, il rapinatore albanese di 22 anni ucciso durante il colpo ai danni di una coppietta di Casapesenna in via Campanello a Teverola. E' quanto ha disposto la Corte d'Assise di Napoli che vuol vederci chiaro sull'omicidio, per cui sono a processo Clemente Cipresso, di Aversa, ed il bulgaro Ivanov Hristov.

Nel corso del dibattimento, infatti, le consulenze tecniche hanno rimesso in discussione l'impianto accusatorio. Secondo i medici, infatti, Xhili sarebbe stato attinto da un colpo di pistola al cuore che non gli avrebbe dato scampo nel giro di pochi secondi. Difficile pensare, quindi, che il ragazzo sia riuscito, una volta ferito, a scavalcare una recinzione e percorrere circa 150 metri prima di morire. Se così fosse mancherebbe un pezzo nella ricostruzione degli inquirenti. Xhili potrebbe essere stato ucciso dove è stato trovato o spostato dopo il delitto. Per fugare ogni dubbio è stata disposta una nuova perizia. Si tornerà in aula alla fine di dicembre per affidare l'incarico al consulente.

I fatti di cui al processo si sono verificati nel gennaio dell'anno scorso. Secondo la ricostruzione degli inquirenti una banda composta da tre persone, una dei quali era Xhili, aggredì due giovani fidanzati di Casapesenna che si erano appartati in via Campanello a Teverola. I due ragazzi vennero minacciati con un coltello ed una pistola. Il giovane reagì e cominciò una colluttazione con uno dei rapinatori, Xhili. Partirono dei colpi di pistola. Uno attinse alla gamba la vittima della rapina, costituitasi parte civile con l'avvocato Guido Diana, ed altri due centrarono il rapinatore 22enne, uccidendolo.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Psicosi coronavirus, monitorati altri 2 casi nel casertano. Sono rientrati dal Nord nelle ultime ore

  • Doppio agguato di camorra, giallo sull'auto del commando

  • Mamma costretta a fare orge per mantenere la figlioletta: "Se smetti ti uccidiamo"

  • Sospetto Coronavirus, paziente isolato. Si attiva il protocollo

  • Assalto fuori la banca, ferita una guardia giurata

  • Latitante arrestato in una villetta del casertano, in manette anche un commerciante

Torna su
CasertaNews è in caricamento