rotate-mobile
Cronaca Teano

OMICIDIO MOLLICONE Svolta nell'inchiesta sulla morte di Serena

Trovati frammenti di legno sul nastro adesivo che avvolgeva polsi, Caviglie e il sacchetto infilato sulla testa di Serena

Ancora un colpo di scena nelle indagini sull’omicidio di Serena Mollicone, la studentessa di Arce (Frosinone) uccisa nel giugno 2001. Dopo l’interrogatorio di due donne in Polonia, che all’epoca dei fatti erano residenti ad Arce, la procura di Cassino e i carabinieri hanno compiuto ulteriori passi in avanti nell’inchiesta.

Come riporta FrosinoneToday, microscopici frammenti di legno sono stati ritrovati sul nastro adesivo che avvolgeva i polsi, le caviglie e il sacchetto infilato dagli assassini sulla testa di Serena Mollicone. Polvere che potrebbe portare gli inquirenti all’attesa svolta sul caso.

Al momento sono cinque le persone indagate dalla procura di Cassino: l'ex comandante della stazione dei carabinieri di Arce, Franco Mottola, la moglie Anna ed il figlio Marco, tutti originari di Teano (indagati per omicidio volontario); l’ex vice comandante della stazione dei carabinieri, il luogotenente Vincenzo Quatrale (indagato per il reato di concorso morale in omicidio e istigazione al suicidio); l’appuntato dei carabinieri Francesco Suprano (indagato per favoreggiamento).

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

OMICIDIO MOLLICONE Svolta nell'inchiesta sulla morte di Serena

CasertaNews è in caricamento