rotate-mobile
Cronaca Teano

Omicidio Mollicone, udienza lampo. La difesa di Mottola: "Fuori l'Arma dal processo"

Chiesto di non far costituire parte civile anche il Comune di Arce

Udienza lampo per l’inizio del processo a carico dell'ex comandante della stazione di Carabinieri di Arce, Franco Mottola di Teano, la moglie Anna Maria, il figlio Marco, l'ex vice comandante della stazione dei Carabinieri di Arce, il luogotenente Vincenzo Quatrale, e l'appuntato Francesco Suprano.

La prima udienza in Corte d'Assise per l'omicidio di Serena Mollicone si è conclusa da poco con una richiesta da parte della difesa degli imputati di estromettere il Ministero della Difesa e quindi l'arma dei Carabinieri e il Comune di Arce dalla costituzione di parte civile.

La prossima udienza si svolgerà in una delle aule dell'università per avere spazi più adeguati e consentire anche la partecipazione della stampa. Le udienze sono state fissate per il 16, 23 e 30 aprile.

Il racconto della giornata su FrosinoneToday

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio Mollicone, udienza lampo. La difesa di Mottola: "Fuori l'Arma dal processo"

CasertaNews è in caricamento