Il killer di Ferdinando si scusa in aula: "Non volevo ucciderlo"

Il processo è stato rinviato a metà dicembre per interrogare i familiari della vittima

Ferdinando Longobardi, il 29enne ucciso sotto casa

Luigi Ottavio Manzilli chiede scusa ai familiari di Ferdinando Longobardi: "Non volevo ucciderlo". È quanto successo dinanzi la Corte d'Assise del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere presieduta dal giudice Giovanna Napoletano dove si sta celebrando il processo per l'omicidio di Ferdinando Longobardi, 29enne di Mondragone, avvenuto il 4 settembre del 2019. Il killer Luigi Ottavio Manzilli, pur rifiutando di sottoporsi alle domande del pm, ha deciso comunque di prendere la parola per chiedere scusa ai familiari della vittima spiegando loro che non era sua intenzione uccidere Ferdinando e che quel delitto si sarebbe consumato nel corso di una lite.

Ferdinando Longobardi venne freddato poco dopo le 21 del 4 settembre 2019 con due colpi di pistola in pieno petto, nei pressi della propria abitazione nel rione San Nicola a Mondragone. A premere il grilletto fu proprio Luigi Ottavio Manzilli che immediatamente dopo il feroce delitto si allontanò da Mondragone. Dopo una fuga di una settimana venne fermato dai carabinieri del Reparto Operativo di Caserta in un albergo tra i comuni di Pozzuoli e Quarto. Testimonianze, filmati delle telecamere di videosorveglianza degli esercizi commerciali del rione mondragonese e pedinamenti dei familiari di Manzilli portarono i militari ad individuare il rifugio dell'omicida. Fecero irruzione più di 20 carabinieri nella camera d'albergo, posta al piano rialzato della struttura ricettiva con diverse uscite laterali, dove si nascondeva il killer che confuso dalla celerità dell'intervento dei militari non riuscì ad opporre alcuna resistenza e venne tratto in arresto.

Il processo è stato rinviato a metà dicembre per interrogare i familiari della vittima che si sono costituiti parte civile con l'avvocato Ferdinando Letizia. L'imputato, Luigi Ottavio Manzilli è difeso dall'avvocato Alfonso Quarto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Va in ospedale per una colica renale ma finisce in tragedia: muore 40enne

  • Il terno al Lotto per l'addio a Maradona

  • Lotta ai furbetti senza assicurazione e collaudo, ecco 4 telecamere | FOTO

  • Scoperti i furbetti del cartellino all’Asl, sospesi 13 dipendenti

  • Il casertano piange 24 vittime: un morto all'ora per Covid in una sola giornata

  • Quasi 2mila guariti nel casertano. Cala percentuale dei positivi

Torna su
CasertaNews è in caricamento