Spara al ladro, meccanico condannato a 8 anni

Diana ha ucciso il bandito che cercava di introdursi nella sua abitazione

Il ladro venne ucciso con una pistola

Sparò al ladro che stava cercando di introdursi all'interno della sua villetta a Villa Literno. Per questo motivo è stato condannato ad 8 anni di reclusione Carlo Diana, meccanico liternese.

La sentenza, riferisce Il Mattino, è stata pronunciata dalla Corte d'Assise di Napoli al termine del processo. Il meccanico, la notte tra il 20 ed il 21 marzo del 2016, aveva esploso alcuni colpi con la sua pistola (regolarmente detenuta) all'indirizzo di un ladro 37enne, di origini albanesi, che stava cercando di introdursi nella sua abitazione. Il malfattore venne ferito a morte e nella fuga i complici lo lasciarono a terra nei pressi dell'ingresso di casa di Diana. 

Nell'immediatezza dei fatti il meccanico riferì di aver sparato dal balcone di casa per difendere la propria famiglia ma alcune immagini e la perizia balistica hanno "smentito" questa tesi. La vicenda provocò un vero e proprio moto di solidarietà nei confronti di Diana con una marcia a cui parteciparono diversi cittadini di Villa Literno, tra cui anche il sindaco Nicola Tamburrino. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Travolta sulla provinciale: morta studentessa 24enne | LE FOTO

  • Dramma all'alba, muore noto avvocato

  • Il tesoro del killer dei Casalesi: in 11 rischiano la condanna

  • Gas dei Casalesi, 4 pentiti provano ad inchiodare i manager della Coop

  • Traffico in tilt all'uscita di Caserta Sud

  • Auto esce fuori strada e si schianta contro albero su viale Carlo III I GUARDA LE FOTO

Torna su
CasertaNews è in caricamento