Sabato, 25 Settembre 2021
Cronaca

Convalidato il fermo del giovane killer di Gennaro. Fissati i funerali del 18enne

Gabriel non risponde alle domande del magistrato poi scoppia in lacrime: "Non volevo ucciderlo". Lutto cittadino a San Marco Evangelista per le esequie del pugile

Convalidato il fermo di Gabriel I., il 19enne di Caivano che sabato sera ha ferito mortalmente con una coltellata Gennaro Leone, il pugile 18enne di San Marco Evangelista. E' stata questa la decisione del gip Rosaria Dello Stritto, del tribunale di Santa Maria Capua Vetere, all'esito dell'udienza di convalida celebrata al carcere 'Francesco Uccella', dove il giovane residente nel comune dell'area nord di Napoli si trova ristretto da domenica pomeriggio. 

L'interrogatorio

Un'udienza carica di pathos, tra pianti, silenzi, interruzioni. Gabriel, assistito dall'avvocato Fioravante De Rosa, era estremamente provato e non ha risposto alle domande del magistrato e del pm Chiara Esposito riportandosi a quanto già riferito agli organi inquirenti il giorno dopo la tragedia, quando ha ammesso di aver sferrato lui quel fendente risultato fatale al povero Gennaro. Poi ha reso dichiarazioni spontanee ribadendo: "Non volevo ucciderlo, sono dispiaciuto per quanto successo e chiedo scusa alla famiglia di Gennaro". Una tragedia che ha spezzato due vite. Quella di Gennaro, morto per una ferita che gli ha reciso l'arteria femorale, e quella di Gabriel, giovane di Caivano proveniente da una buona famiglia e che si era trasferito al Nord Italia per lavoro. Era tornato in Campania per conseguire la patente di guida. Avrebbe sostenuto l'esame in settimana e sabato sera era venuto a Caserta con gli amici. Qui, in via Vico, una lite per uno sguardo di troppo è finita in tragedia. 

Le indagini

Al momento non risultano altri indagati ma l'inchiesta della Procura, con le indagini affidate ai carabinieri di Caserta, procede per identificare anche gli altri ragazzi che hanno preso parte alla rissa finita a coltellate. Gli investigatori dell'Arma stanno scandagliando le immagini delle telecamere di sorveglianza ed a breve quei volti che si vedono nei frame potrebbero avere un nome ed un cognome. Nel corso della giornata, intanto, all'istituto di medicina legale di Caserta si è svolta l'autopsia sul corpo del giovane sammarchese. 

Fissati i funerali

Dopo gli accertamenti medico-legali, la salma di Gennaro sarà restituita alla famiglia per la celebrazione dei funerali. Le esequie si terranno venerdì 3 settembre alle 15,30 presso la chiesa di San Marco Evangelista. Oltre al sindaco di San Marco Gabriele Cicala prevista la partecipazione anche di quello di Caserta Carlo Marino.

Lutto cittadino

In vista dei funerali, l'amministrazione comunale di San Marco Evangelista ha proclamato "il lutto cittadino a seguito della prematura scomparsa del giovane concittadino Gennaro Leone. In occasione delle onoranze funebri, in segno di cordoglio ed attestazione di profondo rispetto e di sentita partecipazione al dolore dei familiari, si proclama il lutto cittadino esponendo le bandiere a mezz'asta presso la sede comunale", si legge in un avviso pubblicato sul sito istituzionale. 

   

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Convalidato il fermo del giovane killer di Gennaro. Fissati i funerali del 18enne

CasertaNews è in caricamento