Domenica, 21 Luglio 2024
Cronaca Succivo

Duplice omicidio: rinviata a data da destinarsi la festa patronale

Le reazioni delle istituzioni, del mondo politico, religioso e non solo dopo l'efferato delitto dei fratelli Marrandino

Il mondo politico e non solo non ha voluto far mancare la propria vicinanza alle famiglie delle vittime del duplice omicidio avvenuto all'uscita di Succivo dell'Asse Mediano. I fratelli Marco e Claudio Marrandino erano molto noti e quanto accaduto ha scosso le comunità di Cesa, di cui i due erano originari, ma anche di Succivo, teatro dell'agguato, nonché di altre zone limitrofe dove i due erano conosciuti o avevano parentele.

Sull'accaduto è intervenuto il sindaco di Cesa, Enzo Guida: "La nostra comunità è stata colpita da una tragedia grande ed immane con la barbara uccisione dell’avvocato Marco Marrandino, già presidente del consiglio comunale, e del fratello Claudio. Una tragedia che ha sconvolto il nostro paese e la nostra comunità. Ora è il momento del dolore, è il momento di stringerci tutti intorno alle famiglie. Soprattutto chiediamo rispetto per le due vittime. Stiamo assistendo alla circolazione di video e foto dell’episodio ed è qualcosa di molto brutto. Chiediamo a tutti di non condividere queste immagini atroci. Chiediamo alla comunità di rispettare il dolore ed è il miglior modo questo per onorare la memoria di Marco e Claudio".

Gli fa eco il sindaco di Casaluce, Francesco Luongo: "Il duplice omicidio di oggi colpisce anche la nostra comunità. Rosa, la moglie di Marco Marrandino, è nata a Casaluce. L’ho vista crescere, una ragazza meravigliosa, figlia del compianto Guido Felaco. Marco era un avvocato, un ragazzo perbene. Giunga a Rosa ed a tutta la famiglia di Marco e Claudio l’abbraccio di tutta la comunità casalucese".

Deciso lo slittamento dei festeggiamenti in onore di San Cesario a Cesa, in programma dal 27 giugno al 6 luglio, come annunciato dal Comitato festeggiamenti in onore di San Cesario: "È con profondo dolore che il comitato festeggiamenti di San Cesario comunica la decisione di rimandare i festeggiamenti in onore del nostro santo patrono, a causa di un grave lutto che ha colpito la nostra comunità. Due giovani noti a tutti noi, Claudio e Marco Marrandino, sono tragicamente deceduti. Questa tragedia ha colpito profondamente le nostre famiglie e l'intera comunità di Cesa. In segno di rispetto e vicinanza alle famiglie colpite da questa terribile perdita, abbiamo deciso di rinviare i festeggiamenti a data da destinarsi. Vorremmo esprimere le nostre più sentite condoglianze alle famiglie Marrandino e a tutti coloro che sono stati coinvolti in questa dolorosa tragedia. Chiediamo a tutti i nostri concittadini di unirsi a noi nel momento di lutto e di preghiera per le anime di Claudio e Marco e per le loro famiglie. Restiamo uniti e solidali in questo momento difficile, sperando che la pace e la serenità possano tornare presto ad abitare nei nostri cuori. Grazie per la vostra comprensione e il vostro sostegno in questo momento di dolore".

Così il deputato Gianpiero Zinzi: "Ci sono cose difficili da affrontare. Per tutti Marco era un ragazzo perbene, padre e marito premuroso. Per me era soprattutto un grande amico. Abbiamo condiviso più di vent’anni: l’università, i viaggi, la vita insieme in Erasmus, le risate, le delusioni e in ultimo anche la passione politica. Una persona buona, leale, sincera. Una di quelle che corrono da te appena sentono che qualcosa non va. E adesso il pensiero che non c'è più è qualcosa di terribile. Non chiudo occhio e non so darmi pace. Porterò sempre con me i ricordi che abbiamo condiviso e quell'amore per la nostra terra - bella e maledetta - che avrà speranza solo fino a quando esisteranno ragazzi come Marco. Buon viaggio amico mio".

Sull'accaduto è intervenuto anche il neosindaco di Gricignano di Aversa Vittorio Lettieri: "È davvero difficile trovare le parole giuste in momenti come questo. La notizia del duplice omicidio ci gela tutti, nulla potrà mai giustificare un gesto così efferato. Conoscevo personalmente Marco, che con me condivideva la passione per la politica, sempre in prima linea per i problemi della sua amata Cesa. Claudio e Marco resteranno sempre vivi nel cuore di tutti noi. Ci stringiamo tutti attorno al dolore dei familiari, sentite condoglianze alla famiglia Marrandino".

Anche Padre Maurizio Patriciello ha riservato un pensiero per le due vittime e i loro familiari: "Preghiamo per Claudio e Marco Marrandino. Il Signore li accolga in gloria. Preghiamo per i loro cari sui quali è precipitato un dramma senza fine. Il Signore consoli i loro cuori trafitti".

Così Angela Del Vecchio, presidente del Consiglio dell'Ordine degli Avvocati di Santa Maria Capua Vetere: "Apprendo dagli organi di stampa del tragico evento accaduto in Succivo che ha portato alla morte di Marco e Claudio Marrandino, il primo iscritto del Foro sammaritano, barbaramente assassinati per motivi ancora da chiarire. Auspico un rapido intervento da parte della magistratura al fine di individuare l’autore di tale crimine e chiarire il movente che si cela dietro la morte del collega ed amico, ed esprimo solidarietà alla famiglia Marrandino colpita da questo disastro. Negli ultimi tempi sempre più spesso siamo costretti a deliberare solidarietà per fenomeni che vilipendono la classe forense e se del caso saremo pronti a dire la nostra anche contro infame gesto. L’avvocatura merita tutela e rispetto, attenzione e cura".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Duplice omicidio: rinviata a data da destinarsi la festa patronale
CasertaNews è in caricamento