rotate-mobile
Mercoledì, 21 Febbraio 2024
Cronaca Casal di Principe

Travolto e ucciso in scooter a 15 anni, Cassazione annulla sentenza di condanna

Si torna in Appello, disposta anche la scarcerazione per il 32enne Capoluongo

La Corte di Cassazione, quarta sezione, ha annullato la sentenza di condanna per Pietro Capoluongo, il 32enne accusato di aver travolto e ucciso il 15enne Ciro Modugno. I togati romani hanno disposto nuovamente la trasmissione degli atti in Corte di Appello, dove era stata confermata la pena di 7 anni e 4 mesi incassata in primo grado. Disposta anche la scarcerazione immediata.

I fatti risalgono al 10 ottobre del 2021, in Corso Umberto, nei pressi della villa comunale di Casal di Principe. Stando alla ricostruzione delle forze dell'ordine che hanno seguito il caso, il 31enne Capoluongo avrebbe, alla guida della sua auto, invaso la carreggiata opposta al senso di marcia, investendo lo scooter guidato dal 15enne. L'impatto causò gravi lesioni al ragazzo che fu ricoverato all'ospedale Sant'Anna e San Sebastiano di Caserta, dove morì il giorno seguente. 

Nei giorni scorsi, proprio in Corso Umberto I, si è tenuta una fiaccolata in memoria di Ciro. Amici, parenti e conoscenti hanno voluto ricordare il 15enne, dedicandogli cartelloni, palloncini, foto e oggetti vari che sono stati riposti vicino alla panchina che mamma Nunzia ha fatto costruire in ricordo del figlio, proprio sul marciapiede dove ebbe luogo il tragico evento. Tutti hanno percorso Corso Umberto gridando “giustizia” per Ciro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Travolto e ucciso in scooter a 15 anni, Cassazione annulla sentenza di condanna

CasertaNews è in caricamento