“Antonella aveva paura che il marito avrebbe fatto una strage”

Emergono nuovi dettagli sul rapporto tra il finanziere e la moglie

Antonella Laurenza è stata uccisa dal marito insieme alla sorella

Emergono nuovi dettagli sulla strage di Vairano di giovedì pomeriggio, quando un maresciallo della Guardia di Finanza, Marcello De Prata, ha sparato alla moglie Antonella Laurenza ed alla cognata Rosanna Laurenza, uccidendole. Poi, con la stessa arma, ha ferito i suoceri, prima di togliersi la vita.

Il tutto è accaduto nella cartolibreria della famiglia Laurenza in via Roma a Vairano e le cause vanno ricercate nella volontà di Antonella di lasciare il marito col quale ormai da tempo i rapporti non erano più buoni. Ma il finanziere non voleva il divorzio, si era opposto. E, da quanto sta emergendo, aveva ‘promesso vendette’.

Un elemento importante è il racconto di un’amica di Antonella, Roberta, che nel ricordarla ha affermato: “Era sorridente nonostante quel pesante fardello, che, soprattutto ultimamente, portava sulle spalle. Aveva paura, lo diceva sempre che prima o poi avrebbe fatto una strage. Purtroppo aveva ragione, lo conosceva bene quel mostro”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rientra dalle vacanze e si 'becca' 10mila euro col 'Gratta&Vinci'

  • L'ordine di morte di Sandokan: "I parenti dei pentiti devono morire"

  • Schianto mortale con l'Apecar, un morto sull'Appia

  • L'imprenditore pentito accusa la sua rete di prestanome

  • Anatre abbattute a fucilate, beccati i cacciatori abusivi | FOTO

  • Tragedia in ospedale, bambina muore dopo il parto

Torna su
CasertaNews è in caricamento