rotate-mobile
Giovedì, 2 Febbraio 2023
Cronaca Santa Maria Capua Vetere

Donna uccisa, svolta in tribunale: chieste nuove indagini

Rigettata la richiesta di archiviazione. Il corpo fu trovato vicino i binari

Colpo di scena nelle indagini per la morte di Antonietta Afieri, la 50enne di Santa Maria Capua Vetere trovata morta nel settembre 2013 nei pressi della stazione ferroviaria.

Il gip ha infatti respinto la richiesta di archiviazione che era stata avanzata dal pubblico ministero e, accogliendo le istanze degli avvocati dei familiari della donna, Natalina Mastellone e Giuseppe Cipullo, ha chiesto un supplemento di indagini relativamente alla posizione di un uomo che aveva avuto una relazione con la donna prima della sua morte. In particolare, proprio gli avvocati avevano chiesto ulteriori indagini in seguito alla testimonianza della sorella della vittima che aveva parlato di una telefonata tra Antonietta e questa persona indagata, che è di Santa Maria Capua Vetere, che l'avrebbe anche minacciata di morte. 

Una svolta importante arrivata proprio quando (quasi) tutti pensavano che il caso sarebbe stato archiviato senza giungere alla verità. Nel corso degli anni, la Procura ha tenuto 'sotto osservazione' tre persone per la morte della donna che era scomparsa a giugno 2013 per poi essere trovata morta quasi tre mesi.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Donna uccisa, svolta in tribunale: chieste nuove indagini

CasertaNews è in caricamento