Due omicidi nella faida: Belforte gioca la carta della collaborazione con la giustizia

Salvatore Mazzacane si è autoaccusato per uno dei delitti ma è uscito dal programma di protezione. Processo alle battute finali

Salvatore Belforte

Se non si fosse accusato da solo probabilmente non sarebbe stato chiamato in causa quale mandante dell'omicidio. Per questo l'avvocato Salvatore Piccolo ha chiesto la concessione delle attenuanti generiche e i benefici previsti per i collaboratori di giustizia per Salvatore Belforte, coinvolto nel processo per i due omicidi di Giuseppe Farina e Giovanbattista Russo avvenuti nella faida tra i Belforte ed i Piccolo, per i quali sono imputati i gotha dei Mazzacane. 

Salvatore Belforte è accusato di essere il mandante del solo omicidio Russo, alias 'o Pechinese, affiliato al clan Piccolo mentre il figlio Mario, a sua volta elemento di spicco di quel clan, divenne poi collaboratore di giustizia. Secondo la ricostruzione, nel 1992 il commando dei Belforte uccise Farina. I killer avvicinarono l'auto sulla quale viaggiava e lo freddarono. All'agguato sfuggì Russo che venne ucciso 5 anni più tardi in un'officina meccanica. Sarebbe stato lo stesso Salvatore Belforte, oggi uscito dal programma di protezione, con le sue dichiarazioni a far emergere la sua partecipazione al delitto, motivo per cui il suo legale ha reiterato la concessione dei benefici previsti per i collaboratori di giustizia. 

Nel corso dell'udienza, celebrata dinanzi al gip Bardi del tribunale di Napoli, hanno discusso anche gli avvocati Massimo Trigari, Angelo Raucci e Giuseppe Foglia. Si tornerà in aula a inizio novembre per completare le arringhe (dovrà discutere tra gli altri anche l'avvocato Franco Liguori) e la sentenza. 

Per i due delitti la Dda ha chiesto l'ergastolo per Domenico Belforte; 30 anni di carcere per Pasquale Cirillo, Felice Napolitano e Gennaro Buonanno, 20 anni per Salvatore Belforte e Luigi Trombetta; 12 anni per Bruno Buttone (collaboratore di giustizia).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vince il concorso ma rinuncia al lavoro in Comune a tempo indeterminato

  • Klaus Davi fa ballare la techno al figlio di Sandokan per pubblicizzare il nuovo libro | VIDEO

  • Nel casertano un salvadanaio da 2,4 milioni di euro depositati alle Poste

  • Ex carabiniere si lancia con l'auto contro la caserma: fermato

  • Lutto a scuola, muore professoressa di 56 anni

  • Oltre 900 nuovi casi e 3 vittime del Covid. Aumenta percentuale positivi

Torna su
CasertaNews è in caricamento