Nasce l’olio prodotto dagli alunni dell’Istituto Comprensivo Mazzocchi | LE FOTO

I bambini delle classi primarie in breve tempo sono diventati dei ‘coltivatori in erba’

Al sindaco Mirra è stata offerta la prima bottiglia prodotta dalla scuola

La valorizzazione della cultura territoriale nell’alimentazione. E’ questo il tema di un progetto messo in atto dagli alunni dell’Istituto Comprensivo Alessio Simmaco Mazzocchi di Santa Maria Capua Vetere in collaborazione coi docenti e i genitori. Due di tre plessi di competenza sono dotati di piante di ulivo, particolare che ha indotto la dinamica dirigente scolastica Carmela Mascolo a coltivare il sogno – oggi divenuto realtà – di produrre ottimo olio.

La preside Mascolo è titolare alla Pascoli di Macerata Campania, ma la recente ed improvvisa scomparsa della professoressa De Cicco ha indotto chi di dovere di assegnarle anche la dirigenza della Mazzocchi come reggente. La sua intuizione è stata molto fertile: i bambini delle classi primarie, sotto la guida dei maestri si sono letteralmente tuffati nell’avventura da lei voluta e raccogliendo, lavorando e confezionando il prodotto che ha visto la luce questa mattina.

Le prime due bottiglie sono state offerte al sindaco di Santa Maria Capua Vetere Antonio Mirra e alla deputata Camilla Sgambato. Ovvia la soddisfazione dei piccoli protagonisti e della stessa dirigente scolastica unitamente a tutte le maestre, in quella che si preannuncia solo la prima di una lunga serie di iniziative in cui la vulcanica dirigente coinvolgerà i bambini.

“L’olio dei bambini – annuncia Carmela Mascolo – va individuato come simbolo di pace, di nutrimento e di alimento completo In collaborazione con tutti i docenti dei tre plessi della Mazzocchi – media, infanzia e primaria delle sedi di Via Avezzana, S. Andrea e S Erasmo -  vogliono dare in segnale di sinergia con il territorio con le famiglie sempre pronte e collaborative col chiaro intento che fare scuola non significa solo istruire ed educare ma anche e soprattutto dare valore e forma al proprio territorio”.

L’iniziativa odierna sarà seguita da altre esperienze. Rimanendo al tema, lo scopo primario è quello di è piantumare altri alberi di ulivo, sì da incrementare la produzione di olio e laddove ci potrà essere il contributo di qualche sponsor arrivare alla produzione di bottiglie da 25 ml. Il cui ricavato, poi, a giudizio dei genitori potrebbe essere devoluto in beneficenza oppure investito nelle attrezzature necessarie per implementare le attività scolastiche.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vinto un milione di euro nel casertano

  • Zona rossa, nuova ordinanza del sindaco: "Vietato circolare in auto ed a piedi nella zona urbana"

  • Il contagio dilaga nel casertano: 4 morti e 576 nuovi casi. Positivo un tampone su 3

  • Avvocato multato per aver violato la "zona rossa"

  • Caserta piange altre 4 vittime ricoverate col coronavirus. Balzo dei contagi: altri 430 positivi

  • Il contagio dilaga nel casertano: oltre mille positivi in 24 ore. E c'è un altro morto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CasertaNews è in caricamento