menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La donna narcotizzata con il sonnifero nella tisana

La donna narcotizzata con il sonnifero nella tisana

Narcotizza la moglie con il sonnifero nella tisana e la violenta, arrestato

Scenate di gelosia nella palestra della donna: i clienti maschi minacciati e mandati via

Narcotizzava la moglie sciogliendo sonniferi nella tisana, poi abusava di lei sessualmente. Per questo è stato arrestato con l'accusa di lesioni, maltrattamenti in famiglia e violenza sessuale R.F., 53 anni di Maddaloni.

A notificare la misura cautelare in carcere, disposta dal gip su richiesta della Procura di Santa Maria Capua Vetere, sono stati i carabinieri di Maddaloni che hanno avviato le indagini in seguito alla denuncia sporta dalla donna. In particolare la vittima degli abusi ha raccontato agli inquirenti di violenze, soprusi ed umiliazioni che era costretta a subire dall'inizio della loro convivenza. 

Le indagini, anche attraverso l'acquisizione di audio e video presenti nello smartphone della donna, hanno consentito di accertare non solo le violenze psicologiche e fisiche consumate ai danni della malcapitata (in un'occasione le avrebbe provocato la rottura del setto nasale) ma anche i reiterati abusi sessuali a cui era costretta. In particolare il 53enne narcotizzava la moglie sciogliendo sonnireri molto potenti all'interno della tisana che le preparava con cura ogni sera. 

L'uomo era ossessionato dalla gelosia e più volte ha aggredito la moglie anche all'interno della palestra gestita dalla consorte oltre ad allontanare, minacciandoli, i clienti maschi ritenuti colpevoli di prestare eccessive attenzioni alla donna.

Nell'ultimo periodo il 53enne, sempre ossessionato dalla gelosia, aveva a più riprese minacciato la donna di diffondere video intimi anche attraverso whatsapp, suscitando nella donna un profondo stato di angoscia. 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona arancione. “Al 90% sarà così”

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento