rotate-mobile
Cronaca Aversa

Giallo sulla morte del noto medico

E' morto a 65 anni ma la magistratura vuole vederci chiaro

E’ immaturamente scomparso nei giorni scorsi all’età di 65 anni il dottor Francesco Pisauro, noto psichiatra e psicoterapeuta, originario di Castellammare di Stabia dove aveva uno studio professionale specialistico e da anni si era stabilito nel casertano. Dirigente medico psichiatrico dell’Asl, tuttora in servizio,  aveva per molti anni prestato servizio presso l’Opg di Aversa dove aveva prestato la sua opera professionale a favore degli internati che vedevano in lui un sicuro punto di riferimento.

Ha collaborato da esterno anche con il Dipartimento di Igiene Mentale di Santa Maria Capua Vetere, negli anni duemila, all’epoca diretto dal compianto professor Alfonso Rossi di Grumo Nevano di cui era amico. La tragica ed improvvisa scomparsa del dottor Pisauro, sulla cui morte è stata aperta un’inchiesta da parte della Magistratura competente, lascia un incolmabile vuoto negli amici e nei colleghi che lo ricordano non solo per la sua preparazione professionale, come medico psichiatra e psicoterapeuta, ma anche per le sue doti umani; sempre disponibile, pacato nei toni, equilibrato nelle decisioni e pronto sempre ad intervenire nei confronti dei pazienti in difficoltà.

Direttore, di recente, di una SIR prima nell’hinterland casertano e poi napoletano finalizzata ad ospitare e curare  malati psichiatrici i suoi collaboratori e i suoi pazienti, affranti per la perdita di un amico dolce, buono e sensibile lo ricordano con affetto e con dolore.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giallo sulla morte del noto medico

CasertaNews è in caricamento