Blitz anti Covid nel ristorante cinese: scatta chiusura e multa da 4000 euro

Il locale era già stato chiuso dalla polizia il 31 ottobre scorso ma ha continuato a violare le norme anti contagio

(foto di repertorio)

Riapre il locale e continua a violare le disposizioni anti Covid: doppio della sanzione per il titolare e richiusura dell'attività ricettiva. È la vicenda che vede coinvolto il ristorante di cucina orientale giapponese e cinese 'Sushi King', sito in viale Eugenio Della Valle a Santa Maria Capua Vetere, dove gli agenti del Commissariato sammaritano hanno beccato di nuovo circa 100 avventori intenti a banchettare, come se l'emergenza epidemiologica fosse del tutto assente.

Nessun distanziamento tra avventori e tavoli, assenza di cordoli delimitativi, né erano presenti tabelle all'ingresso con indicazione della capienza massima della clientela. Nonostante gli agenti, lo scorso 31 ottobre, avessero già sanzionato il titolare (con un'ammenda di 2000 euro), gli avventori per le violazioni delle misure restrittive imposte e disposta la chiusura per 5 giorni, poco dopo la riapertura la 'scena' si è ripetuta. E' scatta dunque una nuova ammenda per il titolare, però questa volta del valore di 4000 euro, oltre alla chiusura dell'attività ristorativa. Servirà stavolta?

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il terno al Lotto per l'addio a Maradona

  • Vinti 14mila euro nel casertano: centrato un terno al Lotto

  • La Campania può diventare 'zona arancione' nelle prossime 48 ore

  • Lotta ai furbetti senza assicurazione e collaudo, ecco 4 telecamere | FOTO

  • Va in ospedale per una colica renale ma finisce in tragedia: muore 40enne

  • La confessione del magistrato: "Volevo arrestare Maradona per un traffico di droga tra Caserta e Napoli"

Torna su
CasertaNews è in caricamento