Martedì, 19 Ottobre 2021
Cronaca Marcianise

E’ morto Raffaele Cutolo, il "professore" che ha ispirato il clan Belforte

Aveva 79 anni. Nei verbali di Salvatore Belforte è spiegata la nascita del clan di Marcianise

E' morto Raffaele Cutolo, fondatore della Nuova Camorra Organizzata. Aveva 79 anni. Cutolo era detenuto nel carcere di Parma e di recente era stato ricoverato nel reparto sanitario della casa circondariale. Le condizioni di salute del boss erano peggiorate già l'estate scorsa tanto che ne era stato disposto il trasferimento nel settore sanitario del carcere. In primavera il tribunale di sorveglianza di Bologna gli aveva negato il beneficio degli arresti domiciliari. Il boss della camorra Cutolo, è morto dopo una lunga malattia; era il carcerato al 41bis più anziano.

L'evasione dall'ospedale psichiatrico di Aversa

Cutolo negli anni Settanta fu rinchiuso nell'ospedale psichiatrico di Aversa. E protagonista di una famosa evasione nel 1978. Evase teatralmente e in modo violento, grazie all’aiuto di Giuseppe Puca: una carica di nitroglicerina piazzata all’esterno dell’edificio squarciò le mura permettendo la fuga del boss. Con il falso nome di Prisco Califano, Cutolo girò l’Italia. Fu poi ad Albanella che il boss trovò rifugio per più di anno. Il 15 maggio 1979, venne catturato in un casolare ad Albanella.

L'ispirazione per il clan Belforte

Il “professore” è stato l’ispiratore per la nascita del clan Belforte di Marcianise. A raccontare come e quando avvenne la creazione del gruppo criminale è stato lo stesso Salvatore Belforte, capoclan insieme al fratello Domenico, durante uno dei tanti interrogatori resi alla Dda nel periodo da collaboratore di giustizia. “La nascita del clan Belforte-Cutillo, che poi diventò solo clan Belforte, risale al martedì dopo Pasqua del 1985, quando Raffaele Cutolo sancì la ufficialmente lo scioglimento della Nco. Era già da tempo, a seguito delle vicende che avevano caratterizzato la Nco, in particolare i diversi pentimenti tra cui Salvatore Imperatrice, Gigino Riccio, Pasquale Barra e Pantico, che Raffaele Cutolo aveva deciso lo scioglimento del suo gruppo e quindi venne creato il clan Belforte-Cutillo. Voglio precisare che le basi per la creazione del nostro gruppo era state già fissare nel corso della carcerazione di tutti noi nel carcere prima di Pianosa e poi di Fossombrone, dove io fui trasferito per ragioni di salute e mi incontrai con Paolo Cutillo e Vittorio Musone. Insieme a noi erano detenuti i fratelli Ruocchio detti bastone, nonché Antimino Piccolo, i fratelli Buonanno, nonché Domenico Petruolo, io e mio fratello (Domenico Belforte, nda)”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

E’ morto Raffaele Cutolo, il "professore" che ha ispirato il clan Belforte

CasertaNews è in caricamento