menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Macellaio muore per Covid, il dolore del sindaco: "Perdiamo un pezzo di storia"

Dell'Aversana: "Uomo di pace, camminava con il sorriso stampato sul volto. Addio Carmine"

La terza ondata avanza e il coronavirus continua a mietere vittime in provincia di Caserta. Questa volta ad arrendersi al maledetto virus è stato Carmine Dell'Aversana, un macellaio di Sant'Arpino, molto conosciuto e amato dai suoi concittadini. 

A dare il triste annuncio è stato il sindaco Giuseppe Dell'Aversana: "Il Covid ci ha strappato un pezzo di cuore - ha detto - purtroppo devo annunciarvi, con grande dolore, la morte di Carmine Dell’Aversana. Sono quelle notizie che quando arrivano ti gelano il sangue. Quelle notizie che non vorresti mai sentire. Carmine era un uomo buono, solare, che il mostro Covid ha aggredito e rapidamente portato via alla sua famiglia ed a noi tutti. Con la sua macelleria era un nostro pezzo di storia, un simbolo della vecchia Sant’Arpino, tutti gli volevano bene perché si faceva voler bene e tutti lo conoscevano poiché rispettava tutti. Uomo di pace, camminava con il sorriso stampato sul volto. Ha vissuto in mezzo al popolo ma il virus lo ha lasciato da solo nei suoi ultimi istanti di vita".

"Questo maledetto virus è presente fra di noi, invisibile e letale, nel silenzio ci aggredisce - aggiunge il primo cittadino - Facciamo attenzione restiamo in guardia rispettiamo le regole anti covid. Carmine ci osserva come se fosse ancora in piazza, nella sua amata piazza e prima di spirare il suo ultimo sospiro avrà pensato di salutarci con il suo bellissimo sorriso per dirci che dobbiamo fare attenzione e preoccuparci di più. Ciao Carmine, ci mancherai moltissimo, ma sappi che non sei partito da solo, siamo tutti vicino a te".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bambina positiva, in quarantena compagni e 6 insegnanti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento