rotate-mobile
Cronaca Marcianise

Addio al fratello del comandante dei vigili. "Mancherai a tutti"

Domani i funerali, il ricordo del sindaco: "Politica e lavoro erano le sue passioni"

E' morto per una grave malattia, ad appena 59 anni, Franco Negro, fratello del comandante della polizia municipale di San Nicola la Strada, Alberto. Nella giornata della 'Festa della Liberazione' l'ultimo respiro di un uomo, dipendente della Gori, che era da anni molto impegnato nelle attività sociali e politiche. 

Molto conosciuto a Marcianise dove "lo conoscevano tutti". Non stava bene da alcuni mesi, "ma non ci aspettavamo questo tragico epilogo anche perché lui, pur nella consapevolezza, con gli interlocutori tendeva sempre a sminuire e a far prevalere la parte ottimistica di sé - ha detto il sindaco Antonello Velardi -. Franco lo conoscevano tutti perché non passava inosservato. Aggiungo che non faceva nulla per passare inosservato: stava sulla scena e gli piaceva starci, polemista ma non a senso unico. Non conosceva mezze misure, pane al pane e vino al vino: la retorica non era per lui. Men che mai il politically correct. Ne so qualcosa".

"Ma nel voler essere bastian contrario si sapeva far voler bene. Perché si assumeva la responsabilità delle azioni e delle parole: era una persona vera e lo era sempre, non ad intermittenza. Aveva una fissazione, il suo lavoro, e una grande passione, la politica. Per l'uno e per l'altra si schierava senza riserva, a costo di essere incompreso, ma quasi gli dispiaceva voler piacere a tutti. Era una persona di una straordinaria complessità, tra le più complesse che abbia conosciuto, e come tale era un incompreso. Si buttava a capofitto su tutto, sbagliato o giusto che fosse; in questo era un vero talento che giocava a dissipare i suoi talenti. Non riusciva quasi mai a canalizzare le sue energie irrefrenabili: l'avesse fatto, avrebbe raggiunto vette inimmaginabili. Ma il calcolo e il raziocinio non erano suoi compagni di viaggio: gli davano fastidio i lacciuoli".

"Mi è stato vicino nella prima e nella seconda campagna elettorale per le comunali: gestirlo era impossibile, averlo accanto era una fortuna. Amava Marcianise e lo diceva e scriveva a modo suo: in questo, rischiava di farsi più nemici che amici. Ma non gli interessava più di tanto. Se ne va senza rimpianti, ci lascia con un grande rimpianto: che cosa non è stato fatto e, invece, andava fatto. Il tormento ci accompagnerà".

I funerali di Franco si terranno domani, martedì, alle 15. "Alla moglie, alle figlie, ai suoi familiari, le più affettuose condoglianze. A lui una dolce, dolcissima carezza. Con la certezza che lì, nelle praterie celesti, riposa finalmente in pace: starà molto meglio che quaggiù, nel mondo che per lui era dei finti vivi".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Addio al fratello del comandante dei vigili. "Mancherai a tutti"

CasertaNews è in caricamento