rotate-mobile
Sabato, 25 Giugno 2022
Cronaca Castel Volturno

Muore folgorato a 35 anni, c'è l'indagine: la Procura dispone l'autopsia

Fascicolo aperto contro "persone da identificare". Martedì l'esame sul corpo prima dei funerali

E' morto folgorato in casa il 35enne Mario Chiantese, una tragedia sulla quale vuole vederci chiaro la Procura con il magistrato che ha disposto l'autopsia. Per i funerali bisognerà quindi ancora attendere perché martedì ci sarà l'incarico per il medico legale e solamente dopo l'esame quindi la salma potrà essere liberato. I familiari del 35enne, difesi dall'avvocato Maurizio Noviello, sperano che si possa fare chiarezza in una indagine che allo stato attuale è contro "persone da identificare".

L'uomo venerdì è stato trrovato già privo di vita nel bagno della sua abitazione a Castel Volturno. Ma quello che hanno scoperto i carabinieri del reparto territoriale di Mondragone è stata una tragedia incredibile: perché a provocare il decesso del ragazzo sarebbe stata una scossa di un cavo elettrico.

La drammatica scoperta è stata fatta dalla compagna dell'uomo che, nel cuore della notte, non vedendolo tornare dal bagno, si è recata a controllare cosa stesse accadendo. Allora ha trovato l'uomo a terra, che non dava segni di vita. Ha pensato immediatamente ad un malore ed ha allertato i soccorsi. Ma quando il 118 è arrivato nella loro casa non c'era già più nulla da fare. A quel punto sono stati allertati anche i carabinieri che sono giunti nella casa di Baia Verde dove hanno scoperto che il decesso potrebbe essere stato causato dal contatto con un filo elettrico che avrebbe provocato uno shock mortale. Una vera e propria tragedia alla vigilia di Pasqua.

L'indagine proverà a fare chiarezza e a trovare eventuali colpevoli di questo tragico dramma. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Muore folgorato a 35 anni, c'è l'indagine: la Procura dispone l'autopsia

CasertaNews è in caricamento