Lunedì, 17 Maggio 2021
Cronaca

Diocesi in lutto, è morto don Pietro De Felice

Il sacerdote è spirato nella Terapia Intensiva dell'ospedale di Caserta, dopo un intervento per un aneurisma arco aortico

Don Pietro De Felice

Alla fine il miracolo non è avvenuto e Caserta è sprofondata nelle lacrime. E' morto don Pietro De Felice, cancelliere della Curia di Caserta e sacerdote della chiesa di San Biagio in Limatola e di Sant'Eligio in Biancano. Il suo cuore ha smesso di battere poco dopo le 21 di ieri (sabato 10 aprile) nella Terapia Intensiva dell'ospedale 'Sant'Anna e San Sebastiano' di Caserta, dove era stato trasferito per il decorso post-operatorio.

Don Pietro si era sottoposto, lo scorso venerdì, ad un delicatissimo intervento per un aneurisma arco aortico. Un intervento durato ben dieci ore, andato a buon fine. Subito dopo l'operazione era stato trasferito in Terapia Intensiva, nell'attesa che il suo organismo reagisse. Le sue condizioni di salute, tuttavia, erano apparse fin da subito molto critiche: era in dialisi, aveva febbre alta ed era in sofferenza cerebrale. I fedeli casertani hanno pregato fino all'ultimo, sperando in un miracolo; ma alla fine don Pietro è spirato.

Don Pietro De Felice, originario di Casagiove, avrebbe compiuto 65 anni a maggio prossimo. Sacerdote dal 2 dicembre 1980, ha guidato, tra le altre, la comunità parrocchiale di San Michele Arcangelo in Casertavecchia. E' stato parroco anche a Sommana, Pozzovetere e Casola di Caserta. Ha ricoperto incarichi importanti tra cui quello di cancelliere e di giudice del Tribunale Ecclesiastico della Diocesi di Caserta.

A dare il triste annuncio della sua scomparsa è stata la Diocesi di Caserta, guidata dal vescovo Pietro Lagnese, in un post pubblicato su facebook: "Il nostro vescovo Pietro, unitamente al clero casertano e ai familiari, annuncia l'ingresso del caro monsignor Pietro De Felice nella domenica senza tramonto ed eleva insieme a tutta la Chiesa di Caserta fervide preghiere al Signore della Misericordia affinché doni al suo servo fedele il premio dei giusti".

In tanti lo hanno voluto ricordare, tra i suoi confratelli. "Gesù misericordioso ti ha voluto con sé in Paradiso nella festa della sua Divina Misericordia - ha scritto don Nicola Lombardi - Porterò con me il ricordo indelebile del nostro primo incontro. Agosto 1989. Eravamo insieme nel treno del pellegrinaggio per Lourdes. A te per primo confidai di entrare in Seminario. E tu mi agevolasti il compito diffondendo a tutti la notizia della mia vocazione al sacerdozio. Da allora un rapporto fraterno e amichevole. Franco e rispettoso. Docente valente e premuroso dell'ISSR San Pietro. Gli studenti, quasi tutti, ti volevano quale relatore delle loro tesi. E tu ti sei mostrato sempre disponibile e buono nei confronti di ognuno. Mai ti sei tirato indietro. Il Signore ti apra le porte del Regno dei cieli".

I funerali si terranno lunedì 12 aprile, alle ore 11, presso la chiesa di San Biagio in Limatola.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Diocesi in lutto, è morto don Pietro De Felice

CasertaNews è in caricamento