rotate-mobile
Cronaca Cellole

Due comunità in lutto per la morte di don Cosma Capomaccio

Domani i funerali del sacerdote. Il ricordo dei sindaci di Sessa Aurunca e Cellole

Si è spento don Cosma Capomaccio, sacerdote che per anni ha guidato la comunità di Cellole dove è stato pastore della chiesa di San Marcoi e San Vito. Per molti anni ha diretto il coro della Cattedrale di Sessa Aurunca. I funerali si celebreranno domani, 20 agosto, alle 11 presso la Cattedrale di Sessa Aurunca, dove il sacerdote viveva.

"Addio a Don Cosma Capomaccio, uno dei Padri Nobili di questo Territorio. Sacerdote esemplare e uomo di cultura, appassionato di storia ed esperto di arte sacra - ha detto il sindaco di Sessa Aurunca Silvio Sasso - Cantore della preziosità della Nostra Cattedrale, fondatore ed animatore del C.S.I. negli anni ‘60 e della Cappella Petrina negli anni ‘80. Un pezzo di storia Aurunca. Una vita intensa, fatta di alto rigore umano e morale a cantare la bellezza con sensibilità e rispetto del prossimo. Mancherà agli mici, alla Città, ai Confratelli". 

"Uomo di profonda cultura e rigore, autentico pilastro della nostra comunità a cui ha dato un contributo fondamentale di crescita, nella Fede come nella Cultura - ricorda il sindaco di Cellole Cristina Compasso -  Tra i suoi libri "Pagus Cellularum" è la storia del nostro popolo, della nascita come comune autonomo, dell'origine del termine. Lascia un vuoto incolmabile".
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Due comunità in lutto per la morte di don Cosma Capomaccio

CasertaNews è in caricamento