Muore annegato, l'ambulanza arrivata in spiaggia dopo 30 minuti

Polemiche sul ritardo dei soccorsi, la vittima colta da malore nel tentativo di salvare la nipote

Forse poteva essere salvato Antonio Pipolo, il 71enne morto nel pomeriggio di ieri all’altezza del lido California in località Ischitella, a Castel Volturno, vittima di un malore dopo aver tentato di salvare la nipote di 10 anni in difficoltà in mare.

La vittima, trasportata a riva assieme alla nipote dai bagnini prontamente intervenuti, ha dovuto attendere ben 30 minuti per l’arrivo di un’ambulanza, in ritardo a causa dei numerosi interventi eseguiti nel pomeriggio di domenica su tutto il litorale domizio.

All’arrivo dei medici Pipolo, originario di Napoli, aveva già subito diversi tentativi di rianimazione, i soccorsi si sono rivelati però inutili. L’anziano signore era stato soccorso dall’imbarcazione di salvataggio quando era già allo stremo, in condizioni precarie.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mani massacrate a martellate: un casertano tra i picchiatori del gruppo Contini

  • La speranza è finita: Fioravante è stato trovato morto

  • Cenerentola chiude, l'addio in una lettera: "50 anni bellissimi"

  • Il figlio non torna a casa, papà lo trova con gli amici e accoltella un 16enne

  • Blitz di Luca Abete a Marcianise dopo il servizio sul reddito di cittadinanza

  • Traffico in tilt all'uscita di Caserta Sud

Torna su
CasertaNews è in caricamento