Addio ad Alberto Marino, pezzo di storia della sinistra

E' stato il primo presidente del consiglio comunale dopo la riforma

Alberto Marino

Si è spento l’ultimo baluardo della sinistra marcianisana. Se ne è andato questa sera Alberto Marino, storico esponente del partito Comunista, scrittore nonché docente di Lettere in diversi istituti scolastici dell’hinterland (l’ultima scuola dove ha insegnato è stato l’Itis di Marcianise). Aveva 85 anni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Un pezzo di storia di Marcianise che se ne va, una bandiera che si ammaina. Marino, che è stato più volte consigliere comunale a Marcianise, resterà nella storia per essere stato anche il primo presidente del consiglio comunale eletto, durante l’amministrazione comunale di Tommaso Zarrillo, dopo la riforma del ’90.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vinto un milione di euro nel casertano

  • Zona rossa, nuova ordinanza del sindaco: "Vietato circolare in auto ed a piedi nella zona urbana"

  • Il contagio dilaga nel casertano: 4 morti e 576 nuovi casi. Positivo un tampone su 3

  • Caserta piange altre 4 vittime ricoverate col coronavirus. Balzo dei contagi: altri 430 positivi

  • Avvocato multato per aver violato la "zona rossa"

  • De Luca firma un'altra ordinanza dopo il DPCM di Conte: aperti solo nido e asili, Elementari e Medie con la Dad

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CasertaNews è in caricamento