Venerdì, 24 Settembre 2021
Cronaca Santa Maria Capua Vetere

Si torna a morire col Covid, il contagio corre: “24 casi al giorno in 3 settimane”

Il sindaco spiega i motivi che lo hanno spinto a tenere chiuse le scuole

Un uomo di 74 anni (affetto già da altre patologie) ed un 71enne che, invece, non aveva altri problemi fisici. Sono le ultime due vittime del Covid-19 a Santa Maria Capua Vetere, le prime della seconda ondata dopo che la città del Foro è stata tra le più colpite della prima ondata.

“Ho sentito i familiari per porgere le condoglianze a nome della città” ha sottolineato il sindaco Antonio Mirra che ha voluto anche spiegare il motivo della chiusura delle scuole anche per questa settimana. “Il trend purtroppo è in aumento. Abbiamo 485 persone attualmente positive: nelle ultime tre settimane abbiamo avuto 24 nuovi positivi al giorno. Il contagio è ancora troppo veloce in città e questo ci deve spingere a tenere massima attenzione al rispetto delle regole. Ho ricevuto molte lettere da parte dei genitori, ma io devo garantire la sicurezza, soprattutto dei bambini".

"Quando il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, chiuse le scuole ad ottobre, a Santa Maria Capua Vetere c’erano appena 59 casi positivi - ha aggiunto il sindaco Mirra - Oggi ne abbiamo 485. Già allora vi era una difficoltà di tracciamento dei positivi collegati alla scuola, oggi non possiamo rischiare di correre nuovi rischi”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si torna a morire col Covid, il contagio corre: “24 casi al giorno in 3 settimane”

CasertaNews è in caricamento