rotate-mobile
Cronaca Lusciano

Muore a 31 anni, moglie e figlio sotto shock. "Una tragedia immane"

Perdere la vita così all'improvviso non è giusto, il sindaco: "Piena vicinanza alla famiglia"

Morire a 31 anni è un qualcosa che va contro la natura. Morire poi per colpa del 'fato' che ha voluto che la sua vita si concludesse in maniera tragica, col corpo schiacciato dall'auto che in quel momento si stava riparando. E' la tristissima storia del giovane di Lusciano che ieri pomeriggio (1 marzo) ha perso la vita in un drammatico incidente: il cric che aveva utilizzato per alzare la vettura ha ceduto e per lui non c'è stato nulla da fare. Abitava poco distante da dove è accaduta la tragedia, inutili anche i tentativi di rianimarlo. Letteralmente sotto shock la moglie e il figlio di 6 anni. Era da piccolo qui nell'agro aversano, era conosciuto da tantissimi cittadini e si era fatto apprezzare anche per il suo impegno nell'ambito lavorativo. 

Una tragedia che ha sconvolto anche il sindaco Nicola Esposito, che ha subito manifestato “immensa vicinanza alla moglie e al figlio piccolissimo. Sono tragedie che non dovrebbero mai accadere. Siamo davvero dispiaciuti perché era conosciuto, lavorava onestamente e da parecchio tempoi viveva nella nostra comunità luscianese”. 

Nella chiesa di Lusciano si terranno i funerali. 
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Muore a 31 anni, moglie e figlio sotto shock. "Una tragedia immane"

CasertaNews è in caricamento