Domenica, 26 Settembre 2021
Cronaca San Prisco

Palma morta a 28 anni col Covid. L'addio della sorella: "Ciao angelo"

La ragazza deceduta dopo aver dato alla luce il quarto figlio. Il bambino sta bene

Un “aggravamento del quadro respiratorio” che aveva costretto in medici a “trasferirla in rianimazione”.  Sono le parole che Giuseppe Bifulco, professore di ginecologia e ostetricia e direttore del reparto per le donne incinte con covid al Policlinico di Napoli, ha rilasciato all’Ansa per spiegare l’evoluzione delle condizioni di salute di Palma Reale, la 28enne di San Prisco, residente a Santa Maria Capua Vetere, deceduta oggi dopo aver contratto il Covid.

La ragazza aveva dato alla luce il suo quarto figlio a fine agosto, dopo aver scoperto di essere positiva: non era vaccinata. Da quel momento, le sue condizioni fisiche sono andate via via peggiorando, fino al decesso. Da Santa Maria Capua Vetere a San Prisco in tanti speravano in un miracolo che purtroppo non è arrivato.

La sorella Maria ha voluto mandare un messaggio tramite i social a "tutte le persone del mondo che hanno pregato tanto o che hanno tentato il tutto per lei. Il cuore si è rotto e la luce si è spenta. Il miracolo non me lo ha concesso, ora lei è un angelo ma non sarà mai bianco perché mia sorella voleva stare qua. E io lo so. Forse sapevo troppe cose. Ancora una volta Palma è stata una guerriera fino alla fine, oggi le lacrime scendono finché possono. Dovevamo fare una grande festa, ma non è stato così. Chi ha sbagliato pagherà".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Palma morta a 28 anni col Covid. L'addio della sorella: "Ciao angelo"

CasertaNews è in caricamento