menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, è morta una donna di Marcianise: era curata a casa

Aveva 80 anni ma non era stato predisposto il trasferimento in ospedale

E’ purtroppo giunta la comunicazione ufficiale dell’Unità di Crisi della Regione Campania del decesso di una cittadina di Marcianise, dell’età di circa 80 anni, positiva al Covid-19, trattata presso il proprio domicilio ed affetta da patologie pre-esistenti. 

Il commissario straordinario Michele Lastella e l’amministrazione “si stringono con sentito cordoglio alla famiglia della vittima e partecipano al dolore dei familiari e a quello dell’intera cittadinanza per la grave perdita”. 

L’Unità di Crisi regionale ha dato altresì conferma ufficiale della guarigione di altre tre persone di Marcianise, precedentemente positive al coronavirus. “Tale notizia, in assenza di ulteriori positività nel nostro territorio - si legge in una nota del Comune - è favorito dal comportamento responsabile dei cittadini che stanno affrontando consapevolmente i notevoli disagi del distanziamento sociale. La situazione in città può al momento così essere riepilogata: 18 contagiati di cui 4 guariti, 2 deceduti e 12 in trattamento”. A questa va aggiunta la donna deceduta risultata positiva al tampone post mortem. 

Nel corso della nottata appena trascorsa, è stata eseguita la sanificazione straordinaria della cosiddetta “Zona 1 – San Giuliano”, mentre dalle ore 21.30 di questa sera, 7 aprile 2020, si procederà alla sanificazione della “Zona 2 – Macello”. La sanificazione straordinaria comprende il lavaggio e la pulizia delle strade nonché la loro disinfezione, secondo le modalità tecniche fornite dal Dipartimento Igiene Pubblica dell’ASL. “Si ricorda che le misure di contenimento della diffusione del contagio possono essere vanificate da comportamenti irresponsabili, pertanto, si rivolge ancora una volta a tutti l’invito a rispettare rigorosamente le norme governative e regionali finalizzate alla riduzione dei contagi, a restare a casa, limitando gli spostamenti ai soli casi di assoluta necessità, poiché l’unica arma dimostratasi efficace contro la diffusione di questa terribile malattia consiste nella riduzione all’essenziale dei contatti sociali, per l’intera durata dell’emergenza. Proseguiranno a tal fine i necessari controlli da parte della Polizia Municipale e delle altre Forze dell’Ordine su tutto l’ambito comunale”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lite mamma-prof ripresa in un video: “Incomprensioni superate”

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento