menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La sentenza della Cassazione

La sentenza della Cassazione

Morde i poliziotti al posto di blocco: condannato

Ha ingiuriato ed aggredito i pubblici ufficiali con morsi, pugni e calci

Ha morso i poliziotti che lo stavano arrestando. Per questo motivo è stato condannato in via definitiva Massimo M., 40 anni di Caserta.

La Cassazione ha dichiarato inammissibile il ricorso presentato dall'uomo confermando la pena inflitta dalla Corte d'Appello. In particolare, si apprende dalla sentenza, il 40enne avrebbe prima offeso i pubblici ufficiali poi li aggredì fisicamente, colpendoli con calci, pugni ed anche un morso alla gamba destra di uno dei poliziotti.

I giudici hanno confermato l'inattendibilità della testimonianza della fidanzata dell'uomo che aveva assistito alla scena e l'assenza di un eccesso di potere da parte dei poliziotti, che quindi si sarebbero attenuti al protocollo. Il 40enne è stato condannato a pagare 2mila euro alla Cassa delle Ammende.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Quaterna da sballo ad Aversa: vinti 120mila euro

Attualità

Il Tar annulla l'ordinanza di De Luca sulla chiusura delle scuole

Attualità

Maestra positiva al Covid: chiusa la scuola

Ultime di Oggi
  • Attualità

    L’allarme di De Luca sui vaccini: “Forniture dimezzate”

  • Cronaca

    Casalesi in Toscana, preso anche l'ultimo indagato: era in un 'B&b'

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento