Spara per difendere il figlio minorenne dopo una lite e ferisce un 19enne

Prima la discussione in piazza, poi la vendetta: l'uomo è stato arrestato

I carabinieri della stazione di Villa Literno hanno tratto in arresto F.C., 46 anni, pregiudicato per reati comuni, con l’accusa di detenzione illegale di arma e lesioni aggravate.

Nel corso della nottata, infatti, l’uomo aveva esploso 2 colpi di pistola contro un ragazzino di 19 anni, M.T., che è rimasto ferito alla spalla e ricoverato fuori pericolo di vita. 

L’evento, secondo quanto ricostruito dai carabinieri, è riconducibile ad. Un regolamento di conti seguito ad una lite per futili motivi avvenuta nelle ore precedenti tra il figlio minore dell’arrestato (un ragazzino di 15 anni) ed un altro minorenne amico del ferito nella piazza della stazione di Villa Literno.

Il ferito, infatti, si era recato sotto casa dell'arrestato unitamente a un gruppo di amici aggredendo a mani nude lui e il figlio minore per "vendicare" l'amico dello screzio subito (semplici incomprensioni e parole); tuttavia l'uomo ha estratto la pistola Beretta calibro 22 con matricola abrasa, illegalmente detenuta, ed ha sparato ferendo l'aggressore e mettendo tutti in fuga.

Successivamente è stato portato anche lui in ospedale per 15 giorni prognosi per ferite al volto riportate durante colluttazione e poi è stato arrestato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un casertano 'firma' la nuova stazione della metro di New York

  • E' ufficiale: Campania in zona gialla. Confermate le restrizioni per il week-end

  • Giovanni a 6 anni debutta su Rai 1 nella fiction ‘Mina Settembre’

  • Muore improvvisamente ed i carabinieri scoprono la casa a luci rosse

  • Caserta perde un pezzo di storia, "Dischi Sgueglia" chiude dopo 65 anni

  • La Dea bendata bacia il casertano: vinti 100mila euro

Torna su
CasertaNews è in caricamento