rotate-mobile
Domenica, 29 Gennaio 2023
Cronaca Piedimonte Matese

Minaccia la vicina con le forbici, poi la picchia selvaggiamente: la Procura chiede il processo

La vittima ha avuto una prognosi di 40 giorni dopo l'aggressione

Si è tenuta questa mattina l’udienza preliminare davanti al giudice Emilio Minio a carico di D.B., 52 anni, residente a Piedimonte Matese. La donna, rappresentata dall’avvocato Pasquale Diana, è accusata di minaccia aggravata e lesioni volontarie gravi dal sostituto della Procura della Repubblica Gerardina Cozzolino.

A denunziarla una condomina del parco dove l’imputata abita, in un appartamento vicino a quello della parte offesa, che alcuni mesi fa aveva presentato una dettagliata denunzia-querela con documentazione medica allegata.

La persona offesa, oggi costituita parte civile con gli avvocati Raffaele e Gaetano Crisileo, ha denunziato di essere stata aggredita e minacciata con delle forbici che l’aggressore brandiva contro di lei, prima di essere picchiata. Un’aggressione motivata, forse, sono da un vecchio astio ma che fu talmente violenta tanto da causare alla persona offesa

delle lesioni serie diagnosticate dai medici del pronto soccorso dell’ospedale di Piedimonte ai quali dovette ricorrere per le cure del caso con una prognosi di oltre 40 giorni di riposo e controlli continui con richieste di approfondimenti diagnostici e poi la necessità di successivi accertamenti diagnostici, clinici e terapeutici da parte di svariati professionisti che saranno chiamati a testimoniare le processo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Minaccia la vicina con le forbici, poi la picchia selvaggiamente: la Procura chiede il processo

CasertaNews è in caricamento