rotate-mobile
Venerdì, 21 Gennaio 2022
Cronaca

Minacciano imprenditore con 'documenti scottanti': padre e figlia in manette

L'uomo ha lavorato per l'azienda e si era procurato alcune fatture. Volevano 30mila euro per il loro silenzio

In quell'azienda ci ha lavorato venendo a conoscenza di tutto, anche di presunte irregolarità. Per questo aveva raccolto "documenti scottanti" per ottenere soldi dall'ex datore di lavoro in cambio del suo silenzio. E' stato arrestato con l'accusa di tentata estorsione un 53enne casertano, residente a Guastalla (Reggio Emilia), insieme con la figlia di 24 anni.

L'uomo aveva cercato di ottenere la somma di 30mila euro dall'imprenditore, un 32enne di Brescello, che si è rivolto ai carabinieri. Al momento dell'appuntamento è scattato il blitz. Quando l'imprenditore ha consegnato i soldi ricevendo in cambio una pen drive con i documenti, i militari sono intervenuti bloccandolo. Il 53enne e sua figlia sono stati tratti in arresto mentre i carabinieri hanno sequestrato la chiavetta contenente foto di alcune fatture, sulle quali ora sono in corso indagini. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Minacciano imprenditore con 'documenti scottanti': padre e figlia in manette

CasertaNews è in caricamento