Cronaca

Minacce di morte e botte ai genitori: 24enne esce dal carcere

Il giudice ha disposto la misura degli arresti domiciliari al termine della convalida

Le condotte violente contro i genitori

Minacce di morte e botte ai genitori per farsi dare i soldi. Per questo motivo era stato arrestato, venerdì sera, M.G., 24enne di Frignano, con l'accusa di maltrattamenti in famiglia. Stamattina il giudice del tribunale di Napoli Nord Nicola Erminio Paone, pur convalidando l'arresto operato dai carabinieri, ha disposto per il giovane, difeso all'avvocato Mirella Baldascino, la sostituzione della misura cautelare in carcere, cui era stato inizialmente sottoposto, con quella meno afflittiva degli arresti domiciliari presso la casa di uno zio.

Questa la decisione del magistrato al termine dell'udienza di convalida. Nella denuncia la madre del ragazzo ha raccontato del continuo stato d'ansia provocato nei due genitori per le continue minacce e le condotte violente del figlio, mai denunciate prima di venerdì sera. A far traboccare il vaso l'ultima aggressione quando il 24enne ha picchiato con una mazza di scopa in metallo sia il padre che la madre. Addirittura avrebbe anche tentato di strangolare la donna dicendole: "questa è la volta buona che ti uccido". La sua ira, inoltre, non si è placata nemmeno all'arrivo dei carabinieri a cui ha opposto resistenza all'arresto, ferendo lievemente anche un militare. 

Un atteggiamento che ha spinto i due genitori a denunciare i maltrattamenti subiti ai carabinieri per essere tutelati da quello che è considerato "un pericolo preoccupante e tangibile". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Minacce di morte e botte ai genitori: 24enne esce dal carcere

CasertaNews è in caricamento